Tasse, la denuncia di Bartolini: ''Prelevati ai cittadini più soldi del necessario''

Giorgio Bartolini 1' di lettura 09/04/2015 - “Incredibile: in Assisi prelevate dalle tasche di cittadini più tasse del necessario”. È quanto denuncia in una nota il consigliere comunale ed ex vicesindaco Giorgio Bartolini, secondo cui “l'avanzo di bilancio 2014 di € 700.000, vantato furbescamente come un merito attraverso la stampa, prima dal sindaco di Assisi Ricci e dall'attuale assessore al bilancio Lunghi, poi anche dall'ex assessore Massucci, è dovuto purtroppo ad uno sciagurato aumento di IMU e Tasi sugli immobili per € 1.600.000 in più rispetto all'anno precedente”.

“Di fatto - spiega il consigliere - un errore di ben € 900.000 a carico delle tasche dei cittadini. Questo è quanto balza all'occhio leggendo con un po’ di attenzione il bilancio consuntivo 2014. Quindi c'è poco da sbandierare, trattandosi detto avanzo del risultato di un'eccessiva tassazione fatta con aliquote massime imposte dall'amministrazione (se ne poteva fare a meno) su immobili già gravati da rendite catastali, le più alte dell'Umbria, rispetto alle spese del Comune.
Di fatto, a furia di aumentare le tasse tutti gli anni in modo sprovveduto e insensato, gli amministratori di Assisi hanno richiesto ai cittadini sacrifici non necessari. Non è proprio il caso di vantarsene!
Ora il buon senso vorrebbe che questi soldi prelevati in più e non utilizzati siano quanto meno restituiti. Ma vorranno ammettere questi amministratori di aver sbagliato e soprattutto ridaranno ai cittadini quanto maltolto dalle loro tasche?”.

da Giorgio Bartolini
Gruppo consiliare Lista Bartolini





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-04-2015 alle 01:20 sul giornale del 09 aprile 2015 - 515 letture

In questo articolo si parla di politica, giorgio bartolini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/ahOh





logoEV
logoEV