Si accasciano a terra in mezzo alla piazza di Assisi: due studenti in gita finiscono in ospedale

Ospedale, pronto soccorso, ambulanza 2' di lettura 23/04/2015 - Due studenti si accasciano al suolo mentre erano in gita scolastica ad Assisi. È successo lo scorso 20 aprile. A raccontare i fatti, rientrato a casa dopo la gita, è son Mauro Margagliotti, sacerdote della Diocesi di Venezia, che ha scritto alla direzione dell’Azienda Ospedaliera di Perugia raccontando quanto è accaduto domenica scorsa.

L’intervento dei sanitari del 118 si era reso necessario - come informa una nota dell’ufficio stampa dell’Azienda Ospedaliera di Perugia- a seguito di un malore accusato da due giovani studenti, un ragazzo di 11 anni ed una ragazza di 12, che si trovavano in visita ad alcuni monumenti di Assisi insieme ad un gruppo di coetanei guidati dal sacerdote.
In un primo momento, anche per la concitazione nella richiesta di soccorso, e per le informazioni non sufficientemente chiare fornite alla centrale operativa del 118, l’intervento dei sanitari veniva giudicato della massima gravità. Il primo soccorso portato dal medico e dal personale infermieristico del 118 di Assisi sul posto dove i ragazzi si erano accasciati a terra - Piazza della Basilica Inferiore di Assisi -, ha poi inquadrato meglio la portata del malore e i due studenti sono stati trasportati al S. Maria della Misericordia in codice giallo e verde e ricoverati nella struttura complessa di Pediatria. Dopo alcuni giorni di ricovero e di osservazione, sono stati dimessi ed hanno fatto ritorno a casa assieme ai genitori.
“Avendole accompagnate personalmente - aggiunge Don Mauro -, ed essendo stato con loro fino all’arrivo dei genitori prontamente informati, ho potuto constatare la cortesia e la premura con cui al pronto soccorso e al reparto di Pediatria sono state curate e seguite. Desidero ringraziare molto per l’aiuto che ci è stato dato e per la professionalità, gli operatori sanitari. Un grazie particolare al personale della Pediatria che ho potuto vedere all’opera per diverse ore con davvero tanta perizia. Complimenti”.





Questo è un articolo pubblicato il 23-04-2015 alle 19:29 sul giornale del 24 aprile 2015 - 1150 letture

In questo articolo si parla di cronaca, ospedale, redazione, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aivz