''Assisi, città turistica senza informazione'', la critica di Bartolini

12/08/2015 - I due punti d'informazione turistici di Assisi maggiormente in vista, posti in viale Regina Giovanna dei Bulgari, appena sopra il liceo classico, dove transita la maggior parte dei turisti provenienti sia dal Nord che da Roma, e quello posto in Porta Nuova sono “muti” servizi, specchio di un’amministrazione pigra e rinunciataria.

Come consuetudine, in particolare per le città turistiche, decine e decine di persone in auto si fermano giornalmente di fronte ai due punti d'informazione, perennemente chiusi, per poi ripartire increduli e delusi senza aver potuto ricevere le informazioni necessarie e sperate. Basta fermarsi per constatare questa triste realtà. E non è di grande aiuto il cartello apposto con la scritta che le informazioni si potranno avere in Piazza del Comune. Infatti chi riesce ad arrivare lassù non ha più bisogno d'informazioni.
Si fa un gran parlare sulle problematiche del turismo in Assisi con proposte non sempre convergenti, ma appare proprio assurdo questo comportamento insensibile degli amministratori di Assisi che, a chiacchiere, ricordano il dovere di buona accoglienza nei confronti di turisti e pellegrini e nei fatti dimostrano un menefreghismo che fa male al nome della città di Assisi per ciò che rappresenta nel mondo e, non ultimo, alle tasche di chi vive sul turismo.

da Giorgio Bartolini
Gruppo consiliare Lista Bartolini





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-08-2015 alle 03:51 sul giornale del 12 agosto 2015 - 639 letture

In questo articolo si parla di politica, giorgio bartolini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/am6B