Quattrocento giovani da tutto il mondo verso Assisi

18/08/2015 - “La speranza è giovane, trasformati dalla gioia del Vangelo”. Con questo motto è iniziato il meeting Internazionale Giovani verso Assisi, durante il quale più di 400 giovani si sono riuniti intorno a Gesù nella Basilica di San Francesco.

Otto giorni - si legge su sanfrancesco.org, il portale informativo del sacro convento di Assisi - segnati dalla presenza costante del Vangelo fatto carne: diverse le attività che i giovani hanno fatto, come l’evangelizzazione a Roma e l’assistenza ai più poveri nella stessa città.
I partecipanti che provenivano da diversi paesi del mondo, hanno pregato insieme davanti alla tomba del patrono d’Italia. Senza dubbio ciascuno ha portato a casa questa intensa esperienza di fede e di comunione vissuta insieme a tanti giovani provenienti da varie parti del mondo.


Diario di un cammino
“A Roma - raccontano i ragazzi - abbiamo assistito all’udienza generale di Papa Francesco, dove otto partecipanti, in rappresentanza di alcuni dei paesi presenti al meeting, hanno potuto salutare il papa insieme al Ministro Generale dell’ordine dei frati minori conventuali, fra Marco Tasca e il responsabile nazionale della pastorale giovanile, fra Simone. “Oggi veramente siamo lieti,” queste le parole del Sommo Pontefice quando ha salutato in lingua italiana tutti i partecipanti.
Sempre a Roma, i partecipanti si sono divisi in gruppi per l’evangelizzazione nelle strade della città, per la distribuzione di cibo e bibite ai più bisognosi. Indubbiamente l’esperienza ha condotto il cuore di ognuno a considerare quanto sia importante guardare il mondo con occhi diversi.
Al ritorno nella piccola città di Assisi, ci aspettava l’Adorazione notturna. Ma le celebrazioni non finivano qui.. Intensa è stata la Liturgia penitenziale, dove i giovani hanno potuto assaporare il perdono di Dio.. e poi la celebrazione eucaristica conclusiva, durante la quale è stato consegnato a ciascun partecipante un frisbee: simbolo per diffondere la speranza all’altro, infatti per giocare a frisbee servono almeno due persone…!
Ognuno è tornato alla propria casa con un bagaglio ricco di amicizie e di esperienze meravigliose… anche per i volontari, che hanno aiutato nell'organizzazione dell'evento, è stata un’esperienza davvero importante…grandi sono stati l’amore e l’amicizia in questo magnifico gruppo che si è impegnato affinché tutti i partecipanti si potessero sentire accolti al meglio, facendoli sentire a casa.
“La speranza è giovane”… spetta a questi 400 giovani ora raccontare tutto quello che hanno vissuto, la speranza che hanno gustato, la presenza costante di Dio, a tutto il mondo… quindi, ovunque tu sia, non chiudere gli occhi, stai sveglio: la speranza può bussare alla tua porta, basta accoglierla”.


Nelle foto:
i giovani del meeting di Assisi (foto Sanfrancesco.org)








Questo è un articolo pubblicato il 18-08-2015 alle 03:53 sul giornale del 19 agosto 2015 - 538 letture

In questo articolo si parla di attualità, redazione, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/angg