Ospedale, la giunta incontra la Asl: ''Ecco come rilanciare la struttura''

ospedale di assisi 2' di lettura 31/08/2015 - Giovedì 27 agosto siamo stati ricevuti dal direttore dell'Azienda Sanitaria dott. Giuseppe Legato. All'incontro erano presenti gli Assessori Moreno Fortini, Lucio Cannelli ed il dott. Rino Ciavaglia per il Comune di Assisi e la dott. Gigliola Rosignoli oltre altri dirigenti dell'Azienda.

Il sottoscritto, a nome di tutta l'amministrazione comunale, ha manifestato tutta la preoccupazione per i provvedimenti in corso di attuazione che sembrano azioni di depotenziamento della struttura sanitaria e sicuramente hanno creato delle situazioni di sconcerto soprattuto nel personale sanitario.
Il dott. Legato ha ribadito che l'Azienda aveva, già dal luglio 2014, presentato al Comune di Assisi un progetto di ristrutturazione dell'Ospedale in cui erano riportate le singole fasi in cui si sarebbe articolato il progetto. Quello che è certo che la tempistica di attuazione ha subito dei ritardi.
Ma al di là delle polemiche, che non servono a risolvere i problemi, con forza abbiamo ribadito che gli investimenti in attrezzature non risolvono il problema dell'Ospedale di Assisi che può e deve esssere rilanciato con una attenta politica del personale soprattuto degli apicali dei singoli servizi.
In particolare abbiamo evidenziato le seguenti criticità:
Il pronto Soccorso di Assisi, che svolge un servizio fondamentale per il nostro territorio, ha bisogno di essere implementato attraverso l'introduzione di consulenze specialistiche; in particolare occorre un ortopedico e neurologico almeno in alcune ore al giorno.
I due nuovi servizi, recentementi ultimati, della medicina d'urgenza e dello scompenso cardiaco devono essere avviati senza ulteriori perdite di tempo.
Per quanto riguarda il servizio analisi, svolto in maniera eccellente in Assisi, chiediamo che la risonanza magnetica debba essere svolta nell'arco di cinque giorni acquistando una apparecchiatura fissa. Sicuramente non deve essere tolta come alcune voci sostengono.
Inoltre occorre abbattere le lunghi liste di attesa della endocrinologia e diabetologia.
Abbiamo chiesto espressamente dove verrà collocato il servizio Sert e ci è stato risposto che sarà portato all'interno dell'Ospedale ma con ingresso autonomo così come prevede l'attuale normativa in materia.
Chiediamo inoltre maggiore coordinamento della struttura di Assisi per quanto riguarda gli interventi di cataratta senza dover dipendere eccessivamente dall'Ospedale di Branca.
L'amministrazione Comunale è disponibile a farsi carico di un rilancio mediatico della struttura con l'organizzazione di eventi, convegni ecc.. al fianco della Asl al fine di rilanciare la struttura in modo dignitoso, come ha sempre fatto in questi anni.
Ringraziamo il dott. Legato e la dott.ssa Rosignoli per l'incontro avuto.
Dovremo incontrare nei prossimi giorni l'assessore regionale Luca Barberini a cui sottoporremo un progetto di riqualificazione condiviso con i consiglieri comunali di Assisi, di maggioranza ed opposizione, in quanto la difesa del nostro ospedale esula dagli interessi di parte.

da Antonio Lunghi
Sindaco FF di Assisi





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 31-08-2015 alle 03:46 sul giornale del 31 agosto 2015 - 410 letture

In questo articolo si parla di attualità, ospedale, assisi, antonio lunghi, comune di assisi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/anCO