Bastia Umbra: tonno contaminato, famiglia in ospedale

Pesce fresco 1' di lettura 02/09/2015 - Un’intera famiglia di Bastia Umbra, composta da quattro persone, è finita in ospedale per un’intossicazione alimentare dopo aver consumato del tonno presumibilmente contaminato in un supermercato della zona.

Lo stesso malore è stato accusato anche da un uomo di Spoleto, dopo aver con ogni probabilità consumato del tonno della stessa partita in commercio.
L'allarme ha fatto scattare i dovuti controlli per rintracciare i due lotti di pesce incriminato, che è stato individuato e prontamente ritirato dal commercio per essere sequestrato e sottoposto alle analisi del caso da parte dell'Istituto Zooprofilattico Sperimentale regionale, che già nelle prossime ore potrebbe rendere noti i risultati degli esami condotti.
Esami che scioglieranno ogni dubbio sulle cause della “sindrome sgombroide” manifestata dai componenti della famiglia bastiola, arrivati in pronto soccorso con violenti disturbi gastrointestinali.





Questo è un articolo pubblicato il 02-09-2015 alle 01:48 sul giornale del 02 settembre 2015 - 971 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, pesce, pesce fresco, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/anHh