Elezioni comunali 2016, Paoletti: ''Ben venga il confronto, se Lunghi fa un passo indietro''

Leonardo Paoletti 2' di lettura 23/09/2015 - Risulta condivisibile la posizione del consigliere Rino Freddii, che auspica un'unione e una compattezza delle forze del centro destra per le prossime amministrative di Assisi del 2016. Altrettanto condivisibile l'apertura ai giovani, che dovrebbero essere il vero punto di riferimento per la politica del futuro.

La coesione auspicata da Freddii non può che transitare attraverso il passo indietro dei tanti candidati alla poltrona da Sindaco, che in questi ultimi tempi si sono proposti più o meno palesemente. Liquidata la pratica Ricci, ormai accomodatosi nei scranni del Consiglio Regionale, e nonostante il cimitero politico da lui lasciato in Assisi e non solo, è necessario sedersi ad un tavolo di tutto il centro destra che veda tutti gli attori svolgere il ruolo da protagonisti e contemporanea da comparse. Nessuno si senta in diritto di essere il "Candidato".
Tale condizione è la principale perché si possa raggiungere una coesione ed una disponibilità al dialogo necessaria per riunire tutto il centro destra. Sembra comunque una strada molto complicata, soprattutto alla luce di una ormai certa candidatura dell'attuale facente funzioni da Sindaco Antonio Lunghi (?), il quale ha ricevuto un eredità dall'ex Sindaco Ricci, attraverso il mantenimento della carica a vice Sindaco, che lo lancia di fatto alla candidatura a Sindaco nel 2016.
È disposto Lunghi a fare un passo indietro mettendosi in discussione? Per il momento sembra, anche per sua stessa e recente ammissioni a mezzo stampa, non avere sciolto questo modo, quindi la sua posizione di fatto non concede la possibilità di aprire un tavolo di discussione del centro destra. Ma anzi giustifica le molte candidature a primo cittadino di un folto numero di attuali ed ex amministratori, tutti certi di essere la persona giusta.
Per vestire i panni di Sindaco di Assisi sono richieste qualità capacità ed un carisma non comuni, oltre alla condivisione vera da parte di un gruppo politico che creda fortemente nel suo "capo" così da raggiungere la vittoria finale. Spetta a tutti noi coinvolti nell'attività politica amministrativa non far prevalere i personalismi, ma con grande consapevolezza e distacco scegliere al meglio e per il meglio della nostra città, offrendo ai cittadini una figura di alto profilo che sappia raccogliere il loro apprezzamento, ma soprattutto che sappia in futuro gestire al meglio la cosa pubblica per il bene stesso della Città. Pertanto ben venga un tavolo di confronto, ma non prima di avere fatto la necessaria chiarezza fra i tanti aspiranti...


da Leonardo Paoletti
Consigliere comunale Assisi




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-09-2015 alle 03:49 sul giornale del 23 settembre 2015 - 598 letture

In questo articolo si parla di politica, assisi, leonardo paoletti

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aoqd