Questione antenna, il comitato diserterà l'assemblea: ''Da Lunghi nessuna risposta''

Manifestazione comitato Caminaccio contro antenna 2' di lettura 29/10/2015 - Il sindaco ha invitato a mezzo stampa la cittadinanza ad un’assemblea pubblica che si terrà venerdì prossimo, alle 17.30, in merito all’installazione dell’antenna di via del Caminaccio.

Installazione che vede una petizione a sfavore già depositata in comune di oltre 1300 firme da parte del Comitato del Caminaccio (nella foto, la manifestazione di domenica scorsa) di cui una cinquantina dei genitori dei bambini che si allenano allo Stadio di Santa Maria degli Angeli che stanno avendo lo stesso problema con una antenna di prossima installazione.
Il comitato ha chiesto, in due lettere indirizzate al Comune, di avere risposte in merito alla questione in oggetto, ma il Sindaco non ha mai dato risposte ufficiali, ha parlato in un incontro col comitato e la cittadinanza di una sospensione dei lavori che in realtà, a singhiozzo, vanno avanti.
Il comitato è molto perplesso per tre ragioni: la prima è che i lavori continuino nonostante l’alt di Lunghi, la seconda che il Sindaco convochi per un argomento così delicato e importante un’assemblea di un venerdì, per altro prefestivo, ad un’orario difficile perché orario lavorativo e terza che il Comitato non sia stato nemmeno convocato direttamente, si è saputo dell’assemblea solo per una nota uscita su un quotidiano.
Ci perdonerà pertanto il Sindaco per la nostra assenza, nel frattempo preghiamo di dare risposta scritta alle lettere pervenute in comune.
Il 27 ottobre i lavori sono infatti continuati con la predisposizione per le prove di carico dell’antenna, risulta quindi evidente che da parte del Sindaco - nonostante un’interrogazione regionale presentata da Movimento Cinque Stelle e una mozione comunale urgente presentata da Luigi Tardioli, le firme depositate dalla cittadinanza - non ci sia nessuna reale intenzione di prendere in considerazione le istanze della popolazione sempre più preoccupata per l’imminente installazione di un’antenna Wind che andrà ad insistere su un’area già densa di altre antenne di altre compagnie.
Si attende anche la risposta della Soprintendenza a cui anche è stata indirizzata una richiesta di revisione delle concessioni per turbativa ambientale.

dal Comitato spontaneo del Caminaccio





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-10-2015 alle 13:30 sul giornale del 30 ottobre 2015 - 508 letture

In questo articolo si parla di attualità, antenna, antenna telefonica, comitato del caminaccio, via del caminaccio

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/apOe