Bastia Umbra: alberi pericolosi, privati chiamati a controlli e potature

malapotatura 1' di lettura 11/11/2015 - È stata pubblicata lo scorso 26 ottobre l’ordinanza n. 105 del Comune di Bastia Umbra riguardante la “Verifica delle alberature pericolose di proprietà privata ed eventuale conseguente attivazione, da parte dei proprietari, di ogni procedura necessaria allo scopo di eliminare situazioni di pericolo e pregiudizio alla pubblica incolumità.”

A tutti i proprietari di terreni o aree confinanti, con edifici pubblici, strade, impianti tecnologici ed esercizi di pubblico servizio, viali, parchi ed aree comunali ad uso pubblico ovvero pubbliche, sui quali insistono alberature o piante, l'ordinanza impone di:
- effettuare le necessarie verifiche di stabilità delle alberature di proprietà e di porre in essere tutte le procedure necessarie al fine di evitare condizioni di pericolo alla pubblica incolumità, adottando gli opportuni accorgimenti in ordine alla manutenzione delle alberature e piante di proprietà;
- in particolare laddove si renda necessario abbattere eventuali piante pericolose, che minaccino di cadere, di dotarsi anche delle autorizzazioni necessarie previste dai regolamenti comunali e dalla vigente normativa;
di potare gli alberi i cui rami cadendo possano provocare danni a persone o cose ed interruzioni alle linee elettriche e telefoniche;
- di effettuare le operazioni sopra descritte, entro 120 giorni (centoventi giorni) dalla data di pubblicazione dell'ordinanza.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-11-2015 alle 17:28 sul giornale del 12 novembre 2015 - 244 letture

In questo articolo si parla di attualità, ascoli piceno, bastia umbra, comune di bastia umbra, malapotatura

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aqip