SEI IN > VIVERE ASSISI > POLITICA
comunicato stampa

Marasma Pd, interviene il segretario Masciolini: ''Le primarie sono un mezzo, non un fine''

3' di lettura
812

Federico Masciolini
Alla luce delle ultime notizie emerse sulla stampa in questi giorni, cerco di fornire il mio contribuito con l’obiettivo di mettere un po’ di ordine ad una discussione che, ho l’impressione ad arte, qualcuno sta cercando di far apparire caotica e fuori controllo.
E a tal proposito vorrei cercare di chiarire il percorso politico (anche se ho certezza che tutti lo abbiano ormai chiaro) che sta compiendo il Partito Democratico per affrontare al meglio la sfida delle elezioni amministrative di giugno.
La scorsa estate, su mia proposta, l'Assemblea comunale del PD di Assisi ha affidato ad una Commissione di 5 persone, alla quale si aggiungono 3 invitati che rivestono ruoli politici o istituzionali nel Partito locale, il compito di strutturare una proposta politica organica, da sottoporre poi all'approvazione dell'Assemblea stessa, che riguardasse il progetto, le ipotesi di alleanze e le eventuali candidature in grado di affrontare in maniera competitiva le prossime elezioni comunali.
Seguendo l'indirizzo, anche questo condiviso con l'Assemblea comunale del Partito locale, della ricerca di una condivisione con tutte le forze e le personalità che ritengono indispensabile il superamento di una stagione politica della nostra Città con le quali concorrere alla predisposizione di un progetto politico ed all’individuazione della candidatura più adeguata a realizzarlo, questa Commissione ha avviato una serie di colloqui e contatti utili alla strutturazione della proposta più adeguata e competitiva.
Si tratta di un lavoro complesso e delicato e ciò si coglie anche dal fatto che, a differenza di quello che alcuni dicono banalizzando la realtà, a proliferare in questo periodo siano state le ipotesi, ma che ad oggi nessuna delle candidature delle principali forze politiche e civiche in campo è stata ufficializzata.
Mi preme evidenziare che nel portare avanti questo impegno rientri tra le normali attività il fatto che il Segretario comunale incontri persone, così come che gli organismi deputati valutino le diverse ipotesi di candidatura emerse nello svolgimento del proprio lavoro. Solo all’interno di questo quadro trovano una collocazione legittima le personalità che in questi giorni sono state poste, in alcuni casi anche in maniera impropria, al centro dell’attenzione mediatica.
Intendo, quindi, rassicurare tutte le persone ed i soggetti interessati: nei prossimi giorni la Commissione terminerà i propri lavori e condividerà le risultanze con l'Assemblea comunale alla quale spetta la decisione definitiva circa il progetto e relative candidature. Perché, almeno finché sarò chiamato a rappresentare il mio Partito nella mia Città, alcuna decisione sarà presa in luoghi o livelli diversi da quelli a cui è assegnata la potestà.
A questo riguardo abbiamo piena coscienza e conoscenza dello Statuto del Partito Democratico e siamo orgogliosi del fatto che, a differenza di altre forze politiche, questo stabilisca con chiarezza i principi democratici che devono regolare la vita di un Partito che oggi è forza di governo nel nostro Paese, nella nostra Regione ed in gran parte delle Città italiane. Ed in quello Statuto è stabilito che le primarie, seppur indicate come lo strumento di base per la selezione delle candidature, rappresentano un mezzo e non un fine.
La mia speranza e, ne sono convinto, quella della maggioranza degli iscritti ed elettori del Partito Democratico è che tutti abbiano la lungimiranza e la responsabilità di concentrarsi sul fine andando ad individuare la migliore soluzione per perseguirlo.


Federico Masciolini

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-02-2016 alle 09:00 sul giornale del 18 febbraio 2016 - 812 letture