Bastia Umbra: scuola e ambiente, progetto di sensibilizzazione per gli alunni bastioli

Rifiuti elettrici Raee 2' di lettura 22/02/2016 - Gli alunni delle classi quarte e quinte della Primaria e I, II, III medie di Bastia Umbra sono i protagonisti del Progetto RAEE@scuola, programma nazionale di comunicazione e sensibilizzazione sulla corretta gestione dei RAEE, i Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche.

Il progetto RAEE@scuola coinvolge oltre 50 comuni su tutto il territorio nazionale e, giunto alla quarta edizione, prevede una campagna di informazione sui RAEE e un’attività sperimentale di micro raccolta di rifiuti elettrici ed elettronici all’interno degli istituti scolastici. L’iniziativa è promossa dall’Associazione Nazionale Comuni Italiani (ANCI) e dal Centro di Coordinamento Raee (CdC RAEE), con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, a cura di Ancitel Energia e Ambiente.
“Ogni italiano – spiega Filippo Bernocchi, Delegato ANCI Energia e Rifiuti - produce ogni anno in media 14,7 kg di RAEE; di questi solo poco più di 4 kg pro-capite, pari a circa il 30% dell’immesso sul mercato, viene correttamente raccolto e avviato al recupero. Dal 2016 si dovrà raccogliere il 45% dell'immesso sul mercato, per poi passare al 65% nel 2019: un obiettivo importante da raggiungere attraverso un'importante opera di educazione ambientale. Gettare i RAEE in un cassonetto della raccolta indifferenziata non solo è uno spreco perché si rinuncia al recupero di materie prime importanti (ferro, alluminio, rame, plastica) e metalli preziosi (oro, argento, rame) che sono riutilizzabili nei cicli produttivi, ma anche un costo per la collettività e un gesto dannoso per l’ecosistema”.
I bambini e gli insegnanti sono invitati a portare da casa i propri “piccoli RAEE” (PAED, la tipologia di RAEE più difficilmente intercettabile) che verranno raccolti in appositi contenitori posizionati all’interno delle scuole; i RAEE verranno poi ritirati dagli addetti del servizio igiene urbana, che si occuperanno della gestione trasportandoli al centro di raccolta comunale.
“L’Amministrazione comunale di Bastia – ha dichiarato l’assessore all’ambiente Francesco Fratellini, nell’incontro che si è svolto stamani nella Sala della Consulta – punta molto sui giovani e in particolare sugli studenti per compiere importanti passi avanti nella raccolta differenziata dei rifiuti. Siamo fiduciosi che il messaggio positivo attraverso i ragazzi arrivi anche alle loro famiglie”.
Testimonial d’eccezione del progetto è uno dei personaggi del mondo dello spettacolo più amato da grandi e bambini: Baz, il comico della trasmissione Colorado, entrato recentemente fra i dieci personaggi con più fan su Facebook. Oltre apparire su tutto il materiale informativo che verrà distribuito alle scuole, Baz ha già realizzato tre filmati a sostegno dell’iniziativa, visibili sul sito del progetto (www.raeescuola.it) o tramite Youtube.
Le attività, che si protrarranno per tre settimane, sono iniziate in questi giorni e continueranno fino al 10 marzo.
L’iniziativa è realizzata con il patrocinio del Comune di Bastia Umbra, e si avvale della collaborazione della Gesenu.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-02-2016 alle 11:03 sul giornale del 23 febbraio 2016 - 558 letture

In questo articolo si parla di attualità, bastia umbra, comune di bastia umbra

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/atVX





logoEV
logoEV