SEI IN > VIVERE ASSISI > POLITICA
comunicato stampa

Assisi Domani: "Adottiamo la cosa pubblica"

2' di lettura
671

Quando ci si occupa di un caso specifico di mal funzionamento della gestione della “Cosa Pubblica” si deve conoscere bene il problema ed avere la volontà di risolverlo.

Le amministrazioni comunali in tal senso possono muoversi in molte direzioni e le soluzioni che saranno adottate per i casi singoli possono essere poi utilizzate dai cittadini per proporre la soluzione di casi analoghi. Un esempio: a Santa Maria degli Angeli, nel giardinetto di via Salvo d’Acquisto, la popolazione residente da tempo cerca di risolvere il problema della potatura di 11 alberi (9 abeti, 1 cipresso, 1 leccio), ma il problema sembra insormontabile. Il terreno in questione è stato donato da un privato al Comune, ma quando si chiede al Comune di intervenire si scopre che questa donazione non è completa e quindi tutto si ferma. Il problema è divenuto nel tempo, un problema di sicurezza dei cittadini poiché queste piante, soprattutto i 9 abeti, sono divenuti alti e pericolosi. Abbiamo tutti modo di verificare che i venti e le piogge si sono fatti più intensi e il timore dei cittadini è che uno o più di questi alberi possano cadere e procurare seri danni alle persone e alle cose.

La soluzione qual è? Innanzitutto riconoscere il problema e, di conseguenza, completare la donazione; passare poi alla doverosa potatura e, in seguito, permettere ai residenti di adottare la zona verde in termini di pulizia e di segnalazioni di necessità di manutenzione ordinaria o straordinaria. Questo è ciò che la lista Assisi Domani in appoggio alla candidatura di Stefania Proietti pone al centro del suo programma, ovvero prendersi cura del proprio territorio per renderlo accogliente e sano: promuovere l’adozione di zone verdi, edifici ed altri beni pubblici da parte delle associazioni, di gruppi sportivi e del terzo settore.

Anna Maria Di Santo, candidata consigliere lista civica Assisi Domani per Stefania Proietti Sindaco



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-05-2016 alle 11:34 sul giornale del 24 maggio 2016 - 671 letture