Furto aggravato in un supermercato

2' di lettura 23/05/2016 - Denunciato 28enne nigeriano per furto aggravato in un supermercato

L’ incessante attività di prevenzione e contrasto ai furti riscontrati sul territorio ha consentito alla Polizia di Assisi di assicurare alla giustizia l’autore di una serie di furti ad un supermercato di Bastia Umbra.

E’ stata la titolare dell’esercizio, il punto vendita di una nota catena, che dopo una serie di furti perpetrati nel proprio esercizio, ha deciso di rivolgersi agli uomini del Commissariato P.S. di Assisi, diretto dal Vice Questore Aggiunto della P.d.S. Francesca D. DI LUCA.

I furti erano iniziati a Natale quando la titolare si accorse di un forte ammanco tra i soldi custoditi all’interno di un cassetto nel punto di ascolto del supermercato.

Dopo aver pensato inizialmente ad un errore nei versamenti effettuati, la donna iniziò a controllare più assiduamente il fondo cassa accorgendosi così che gli ammanchi erano tutt’altro che sporadici.

Quasi a mille euro si aggirava il denaro sottratto.

Dopo qualche mese iniziarono a sparire anche i soldi presenti in altro cassetto che, a differenza però di quello del fondo cassa, si apriva esclusivamente attraverso una chiavetta elettronica codificata in uso alla titolare e alle sue colleghe.

A quel punto, seriamente preoccupata per l’escalation di furti verificati, la donna decise di chiedere aiuto alla polizia di Assisi.

Dall’attenta analisi del sistema di videosorveglianza interno del supermercato, gli agenti riuscirono a notare all’interno del punto di ascolto che si avvicinava al fondo cassa.

Un uomo, con movimenti rapidi e scaltri, venne ripreso mentre prendeva il mazzo di chiavi contenente la chiavetta elettronica lasciata sulla scrivania, apriva il cassetto e prelevava il denaro, richiudeva il cassetto ed usciva dall’ufficio senza farsi notare.

Da successivi accertamenti condotti, il colpevole venne identificato in un 28enne nigeriano; molto noto ai frequentatori del pubblico esercizio perché solito stazionarvi all’ingresso per chiedere l’elemosina agli avventori o aiutare i clienti con la spesa.

L’uomo fermato dagli agenti venne condotto presso il locale Gabinetto Provinciale della Polizia Scientifica di Perugia per il suo fotosegnalamento e denunciato per furto aggravato.


di Sofia Fuligni
redazione@vivereassisi.it





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-05-2016 alle 15:13 sul giornale del 24 maggio 2016 - 505 letture

In questo articolo si parla di cronaca, Sofia Fuligni

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/axex





logoEV
logoEV