SEI IN > VIVERE ASSISI > POLITICA
comunicato stampa

Coalizione Lunghi: Non ci si improvvisa Primo Cittadino.

2' di lettura
3666

Consapevole dell’impossibilità di rappresentare una valida alternativa alla guida della città sotto l’aspetto amministrativo, il candidato del PD tenta ora la carta della novità. Ma quale novità? Quale rivoluzione, se i concetti sono sempre gli stessi: siamo i più belli, i più buoni, i più intelligenti e i più bravi?

Non basta certo che questa volta a pensarlo e a dirlo non sia un originale “piddino” (cercato, ma non trovato), ma una sua controfigura, per gridare ai quattro venti che si intende cambiare il mondo partendo da Assisi.

Non è certo facendo vedere le foto dei cassonetti strapieni di immondizia nel giorno dello sciopero nazionale degli addetti che si fa nuova politica (è solo malafede).

Cosa dire poi del subdolo tentativo di accostare l’attività del Consiglio Comunale alla triste vicenda dell’Hotel Subasio? Deplorevole.

Ma a quale legalità e a quale trasparenza si riferisce la controfigura del PD? Quella che manca alle decine di indagati (con un ritardo di decenni) del suo partito di riferimento? O allude a qualcuno in particolare? Cosa c’è di nuovo nello sparare nel mucchio?

Rappresenta il nuovo chi scende a compromessi con la propria coscienza e “accetta” le unioni gay pur di non perdere l’appoggio determinante di un partito? Oppure chi si schiera apertamente e con convinzione a favore della famiglia composta da mamma, papà e figli?

Rappresenta il nuovo chi non conosce il territorio e tantomeno i problemi? O chi invece lo batte da anni palmo a palmo cercando di prevenirli e risolverli?

Rappresenta il nuovo chi si candida a Sindaco senza aver mai assistito ad un Consiglio Comunale, e quindi senza conoscere affatto la macchina che dovrà guidare? Oppure chi, forte di un’esperienza di primo piano, è in grado di garantire un’azione amministrativa senza dannosissimi “buchi” deliberativi?

Rappresenta il nuovo chi rimanda a dopo, se eletto, quello che avrebbe dovuto fare prima di candidarsi, cioè studiare e documentarsi? O chi ha già una grande esperienza maturata negli anni?

Noi della Lista LUNGHI SINDACO non abbiamo avuto dubbi sulle risposte da dare e con chi stare e siamo certi che non li avrà nemmeno la maggioranza degli assisani.

Non ci si improvvisa Primo Cittadino. Non ci si candida a primario della chirurgia senza aver mai messo piede in sala operatoria.


ARGOMENTI

dalla Lista Lunghi Sindaco


Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-06-2016 alle 09:50 sul giornale del 03 giugno 2016 - 3666 letture