Condannata l'ex capo della squadra omicidi di Perugia, insieme ad altri cinque

1' di lettura 16/09/2020 - Tre anni e tre mesi, il reato è accesso abusivo al sistema informatico

L'ex capo della sezione omicidi della squadra mobile di Perugia, Monica Napoleoni, è stata condannata a tre anni e tre mesi per accesso abusivo al sistema informatico, per un fatto risalente al 2012. L'allora investigatrice della polizia di Stato avrebbe usato il potere in suo possesso per "avviare accertamenti arbitrari su una psicologa". Il difensore della Napoleoni, l'Avv. Nicola Di Mario attende di leggere le motivazioni, ma ha già fatto sapere che ricorrerà in appello.

Lo stesso Di Mario difende anche una collega della Napoleoni, Lorena Zugarini anch'essa condannata per lo stesso reato a tre anni e mesi due. Mentre una terza poliziotta, Stefania Squarta, difesa dall'Avv. Francesco Maresca è stata condannata ad un anno. "Sono state applicate pene più basse di quelle richieste dal PM (giuseppe Petrazzini), ma in ogni caso faremo ricorso", ha dichiarato l'Avv. Maresca. Alla parte civile, difesa dal legale Valeriano Tascini, è stata riconosciuta una provvisionale di 10.000 euro e di 5.000 euro per una delle figlie.






Questo è un articolo pubblicato il 16-09-2020 alle 16:56 sul giornale del 18 settembre 2020 - 341 letture

In questo articolo si parla di cronaca, umbria, articolo, Danilo Bazzucchi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bwfM