Terni: deteneva in casa, dal 1979, una pistola e una carabina non denunciate

1' di lettura 25/10/2020 - Le armi sono state sequestrate e il proprietario deferito per detenzione illecita di armi

Una pattuglia della stazione carabinieri di Terni, intervenuta sabato pomeriggio all’ospedale, dopo l’accesso al pronto soccorso di una bambina che a seguito di una caduta aveva sbattuto la testa contro il muro, hanno attivato le procedure di rito per verificare se dietro a quell’episodio ci fosse una forma di maltrattamenti in famiglia. I militari hanno interrogato la madre ed altri testimoni, che hanno confermato si trattasse di una banale caduta.

Tuttavia, nel corso del colloquio con la madre i carabinieri venivano a conoscenza del fatto che il marito possedesse delle armi, nonostante agli atti dell’ufficio non ne risultasse detentore. È scattata così la perquisizione domiciliare. Nell'abitazione del padre della bambina, dentro una cassapanca, i militari hanno trovato una carabina "Parker" ed una pistola "Beretta calibro 22" che erano di proprietà del fratello dell'uomo, deceduto nel 1979. Il marito della signora e padre della bambina, un 64enne ternano già noto alle forze dell'ordine, non le aveva mai denunciate. Le armi sono state sequestrate e il 64enne denunciato per detenzione abusiva di armi.






Questo è un articolo pubblicato il 25-10-2020 alle 18:42 sul giornale del 27 ottobre 2020 - 310 letture

In questo articolo si parla di cronaca, umbria, articolo, Danilo Bazzucchi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bzG8





logoEV
logoEV