Todi: il sindaco Antonino Ruggiano va controcorrente e parla di ottimismo

1' di lettura 24/10/2020 - L'appello del sindaco di Todi: basta vivere nella paura

"E’ un virus che non ha conseguenze così gravi come pensavamo, dice il sindaco di Todi, anche se non è facile gestire la situazione e il governo sta valutando altri provvedimenti. Ma a Todi siamo in una estrema serenità. Se ci fosse la tragedia, non avremmo questi numeri. Questo non significa che le regole non vanno rispettate: ognuno deve fare la propria parte e non pensare di essere migliore degli altri". "C’è pero troppa paura in giro, senza motivo.

Non possiamo vivere nella paura. Sull’ospedale – dice Ruggiano – la Regione sta affrontando una situazione che potrebbe sfociare in un problema mai visto. Non so se sono precauzioni giuste, ma gli esperti di Governo e Regioni ci dicono di si. Quindi come sindaco ho il dovere di rispettare queste scelte. No alle barricate perché ci riteniamo migliori. I dubbi sulla gestione li ho anche io, ma intanto non possiamo che rispettare le regole". E sull’ordinanza: "Domani niente calcio per i figli, e niente negozi. Chiusura perché siamo succubi di questa situazione, come in un film. Non c’è nessun rischio tragedia, stiamo vivendo un problema, non una tragedia".






Questo è un articolo pubblicato il 24-10-2020 alle 22:24 sul giornale del 27 ottobre 2020 - 358 letture

In questo articolo si parla di cronaca, umbria, articolo, Danilo Bazzucchi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bzC5





logoEV
logoEV