Il presidente Mattarella ha firmato il decreto Ristori-bis

3' di lettura 10/11/2020 - Nel testo in attesa di pubblicazione in Gazzetta Ufficiale vengono specificate anche le coperture delle misure rivolte alle partite Iva. 

Tra le voci di copertura per il 2020, 1,2 miliardi sono stati 'travasati' dal fondo per il pagamento dei debiti della P.a.Il provvedimento stanzia circa 1 miliardo per i contributi a fondo perduto ai nuovi codici Ateco aggiunti alla lista del Ristori 1 le nuove categorie coinvolte dalla stretta anti-Covid.

Altri 280 milioni vengono stanziati nel 2021 per i ristori delle attività nei centri commerciali e per la filiera alimentare. Stanziati anche 234 milioni nel 2020 (78 nel 2021), per il credito d'imposta sugli affitti, 38 milioni per il ristoro ai Comuni per l'estensione della cancellazione dell'Imu, e 35,8 milioni per la sospensione delle tasse per gli Isa e circa mezzo miliardo per lo stop ai versamenti di novembre.

Il valore complessivo: 2,56 miliardi nel 2020 e circa 1 miliardo nel 2021.

Nelle regioni rosse nelle quali è prevista la sospensione delle attività scolastiche nelle seconde e terze classi delle scuole secondarie di primo grado viene previsto un bonus baby sitter da 1.000 euro e, nel caso in cui la prestazione di lavoro non possa essere resa in modalità agile, il congedo straordinario con il riconoscimento di un'indennità pari al 50% della retribuzione mensile per i genitori lavoratori dipendenti.

Sospensione, inoltre, del versamento dei contributi per il mese di novembre per le attività nelle zone rosse che saranno costrette a chiudere, come previsto dall'ultimo Dpcm anti-Covid. Versamenti di Iva e ritenute in scadenza a metà novembre sospesi anche per alberghi, agenzie di viaggio e tour operator delle zone rosse, anche se queste attività non vengono esplicitamente chiuse dal Dpcm.Misura che vale 549 milioni. Rispetto alla prima bozza, la norma definitiva include anche bar e ristoranti delle zone arancioni e rosse. Confermato lo stop dei versamenti (che riguarda anche le trattenute per le addizionali regionali e comunali per chi è sostituto d'imposta) per le attività sospese a livello nazionale e per tutte quelle costrette a chiudere in zona rossa secondo la nuova lista di codici Ateco (57 categorie). 130 le categorie che riceveranno i contributi a fondo perduto previsti dal decreto Ristori 1 e dal decreto bis.

Altri 830 milioni derivano da risparmi della Cig Covid, 160 dai risparmi per le indennità per gli stagionali del turismo previste dal decreto agosto, 200 milioni da un fondo per esigenze indifferibili. Altri 100 milioni provengono dal fondo del ministero dell'Interno per la gestione dei centri per l'accoglienza dei migranti.Un fondo di 340 milioni nel 2020 e 70 milioni nel 2021 per aiutare ulteriori attività se ci saranno nuove zone arancioni o rosse.

Arruolamento a tempo determinato di 100 fra medici e infermieri militari.

Conferma fino al 31 dicembre di 300 fra medici e infermieri a potenziamento dell'Inail.

La dotazione del fondo per il trasporto pubblico locale è incrementata di 300 milioni di euro per il 2021, 100 dei quali possono essere utilizzati anche per servizi aggiuntivi destinati anche agli studenti.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-11-2020 alle 10:45 sul giornale del 11 novembre 2020 - 219 letture

In questo articolo si parla di economia, niccolò staccioli, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bBp2





logoEV
logoEV