Perugia: la scomparsa dei notai Antonioni e Biavati, il ricordo dell'amministrazione comunale

1' di lettura 26/11/2020 - La città di Perugia perde nel giro di un mese due figure eminenti del Notariato. Si tratta del Notaio Giancarlo Antonioni, scomparso lo scorso 30 ottobre e del Notaio Paolo Biavati, venuto a mancare all’affetto dei suoi cari nelle ultime ore

A ricordare Antonioni e Biavati, a nome dell’intera Amministrazione comunale di Perugia, è il sindaco Andrea Romizi. “Con la scomparsa di Giancarlo Antonioni e di Paolo Biavati se ne va un pezzo di storia e della cultura della città di Perugia, rimarca il sindaco, La nostra città sentirà la mancanza di due professionisti stimati, ma soprattutto di due uomini che hanno contribuito, con il loro protagonismo nei più svariati ambiti (culturale, sportivo, sociale) a nobilitare la nostra Perugia”. Nell’esprimere il più vivo e profondo cordoglio per la scomparsa di Antonioni e Biavati, l’Amministrazione si stringe con affetto ai familiari dei due professionisti perugini.

Paolo Biavati ha esercitato la sua attività notarile dapprima in provincia di Udine, a Sedegliano, dal 1964, poi a Foligno dal 1972 ed infine a Perugia. Ha ricoperto la carica di Consigliere dell’Amministrazione della cassa Nazionale del Notariato. Giancarlo Antonioni, invece, è stato titolare dell’omonimo studio notarile sempre a Perugia per circa 50 anni. Da ricordare il suo impegno politico: per tre legislature dal 1970 al 1985 è stato, infatti, consigliere comunale di Perugia nelle file della Democrazia Cristiana, di cui è stato esponente di primo piano. Ha ricoperto infine la carica di consigliere dell’A.c. Perugia nel 1968.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-11-2020 alle 09:58 sul giornale del 26 novembre 2020 - 171 letture

In questo articolo si parla di cronaca, perugia, comune di perugia, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bDr8





logoEV