Le sentenze sul girone di andata di Serie A

6' di lettura 18/01/2021 - Il girone di andata della Serie A sta volgendo al termine, e a poche manciate di partite dalla fine ha già regalato diverse sentenze parziali sull'andamento del campionato in corso, sia per quanto riguarda le posizioni di testa che qualificheranno alle prossime competizioni europee, sia per ciò che concerne la lotta salvezza e le posizioni nelle retrovie.

Se le scommesse sulla Champions League vedono dei chiari rapporti di forze tra le squadre rimaste in lizza per la massima competizione europea, con il Bayern Monaco chiaramente favorito (a quota 3,75) e con le inglesi Manchester City e Liverpool a seguire, la situazione nel campionato italiano è ben diversa: a pochi giorni dal giro di boa, la situazione in testa alla classifica e nelle posizioni immediatamente inferiori è assai caotica.

A oggi, infatti, non si può accertare la presenza di una chiara squadra che stia dominando in lungo e in largo la Serie A. Se sulla carta, ai nastri di partenza, Inter e Juventus erano le squadre più accreditate alla vittoria finale per investimenti, qualità della rosa (soprattutto la Juventus), l'allenatore (soprattutto l'Inter) e per la naturale ambizione di queste due compagini, per una serie di motivi nessuna delle due squadre è riuscita a prendere il largo. La Juventus è immersa in molte più difficoltà dopo aver affrontato un cambio generazionale e in seno alla guida tecnica, ma è ora in ripresa, mentre l'Inter ha vissuto momenti altalenanti a inizio anno ma sembra aver ritrovato la rotta giusta.

L'Inter, seconda in classifica, sta sostanzialmente rispettando il proprio ruolino di marcia: la variabile impazzita di questa prima parte di stagione è il Milan di Pioli, che sta proseguendo un cammino quasi immacolato fin dallo scorso marzo e a sorpresa di tutti è in vetta alla classifica da diverse giornate. La squadra ha qualcosa in meno rispetto alle due citate in precedenza, e rispetto allo stesso Napoli di Gattuso (teoricamente terza forza del campionato) che sta però deludendo le attese, ma finchè una delle altre pretendenti non inanellerà una striscia di risultati positivi sarà difficile strappare la vetta della classifica ai rossoneri.

Anche la situazione in fondo alla classifica è caotica: due delle tre neopromosse (Benevento e Spezia) stanno costruendo un campionato di grande qualità ma anche di continuità in termini di risultati, relegando così diversi club di alto rango a una situazione di classifica assai traballante: è il caso del Torino di Giampaolo, virtualmente terzultimo, e del Parma dell'ex-allenatore Liverani ora sostituito dal rientrante D'Aversa dopo una serie di risultati fortemente negativi. Ma è anche il caso di Cagliari e Genoa, squadre avvezze alla Serie A ma che stanno faticando: soprattutto la squadra sarda, con Di Francesco al comando, è la più grossa delusione nella parte bassa della classifica in questo inizio di stagione. Il fanalino di coda rimane il Crotone di Stroppa, che nonostante alcune buone prestazioni si è arenato di fronte a troppe sconfitte.

Sia nelle posizioni di testa che nelle retrovie vige un grande equilibrio: sarà un girone di ritorno appassionante per ogni verdetto.






Questo è un articolo pubblicato il 18-01-2021 alle 18:17 sul giornale del 18 gennaio 2021 - 15 letture

In questo articolo si parla di sport, redazione, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bJZt





logoEV