L'Ercole Olivario perde una delle sue colonne portanti: il cordoglio per la scomparsa di George Phellas

2' di lettura 30/01/2021 - L'Ercole Olivario è in lutto per la prematura scomparsa di George Phellas, una delle colonne portanti del prestigioso concorso dedicato alle eccellenze olearie italiane, avvenuta nella giornata di giovedì 28 gennaio 2021, proprio nel momento clou della XXIX edizione del concorso, di cui George Phellas è stato responsabile della segreteria nazionale fin dagli inizi.

"Giorgio Phellas ha seguito il Concorso fin dalla sua prima edizione, con grande passione e professionalità – ha ricordato Giorgio Mencaroni presidente neo eletto della Camera di Commercio dell'Umbria e presidente del comitato di coordinamento Ercole Olivario - Ha saputo presentare il Concorso sia in Italia che all'estero e di lui tutti possono ricordare le grandi capacità organizzative e l'attenzione nel curare ogni singolo dettaglio. Sicuramente l'Ercole Olivario perde una figura di riferimento che ha saputo portare la sua energia nel Concorso".

George Phellas è stato console onorario di Cipro, cipriota di origine, umbro di adozione aveva fatto di Perugia la sua città, mettendo il suo impegno, la sua passione e la sua professionalità al servizio dei più importanti progetti sia del sistema camerale, di cui era dipendente, sia con proficue collaborazioni con l'Accademia di Belle arti, la Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia, il Rotary Club di cui era consigliere ed altre realtà culturali e associative, sia locali che nazionali.

Il suo sguardo sempre aperto e rivolto all'ambito internazionale ha permesso al Premio nazionale Ercole Olivario di crescere ed aprirsi a rapporti con gli altri Paesi. George Phellas ha sempre curato infatti le pubbliche relazioni del concorso sia in Italia che all'estero, riuscendo a dare lustro e grande visibilità, anche all'estero, sia al concorso nazionale, che ai vincitori delle tante edizioni dell'Ercole Olivario.

La segreteria organizzativa esprime la propria vicinanza alla moglie, ai figli e a tutti i familiari di George.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-01-2021 alle 11:21 sul giornale del 01 febbraio 2021 - 203 letture

In questo articolo si parla di attualità, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/bLQE





logoEV
logoEV