Covid: in 8 regioni superata la soglia critica delle terapie intensive

1' di lettura 25/02/2021 - Secondo gli ultimi dati diffusi nel bollettino del ministero della Salute, complessivamente nelle terapie intensive si trovano 2.157 pazienti, (+11).

Stando al reporti del monitoraggio sull'andamento della situazione ospedaliera per Covid19 pubblicato sul portale dell'Agenas (Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali), nell'ultima settimana sono diventate complessivamente 8 le regioni con malati in terapia intensiva oltre la soglia critica del 30%, due in più di sette giorni fa.

La regione con la percentuale più alta d'occupazione dei posti delle terapie intensive è l'Umbria col 57%, seguita dalla Provincia autonoma di Trento col 39%, dall'Abruzzo col 37%, dal Molise e dalle Marche col 36%, dalla Provincia autonoma di Bolzano col 35% e da Lombardia e Friuli Venezia-Giulia col 33%.

Per quanto concerne invece i posti letto nei reparti di malattie infettive, medicina generale e pneumologia, occupati da pazienti Covid19, a livello nazionale il valore è al 29%. Percentuale stabile rispetto a una settimana fa e 11 punti sotto il livello del 40%, (“soglia critica” del Decreto dello scorso 30 aprile). A superare tale soglia di sicurezza del 40% sono, secondo il monitoraggio Agenas, 4 regioni (+1 rispetto al dato precedente): Marche (47%), Molise (43%), P.A.Bolzano (41%), Umbria (54%).






Questo è un articolo pubblicato il 25-02-2021 alle 13:04 sul giornale del 26 febbraio 2021 - 125 letture

In questo articolo si parla di attualità, roma, lazio, articolo, Antonello Staccioli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bPSD





logoEV