Campagna vaccinale: Spi Cgil, Fnp Cisl e Uilp Uil, "Applicare subito l'ordinanza sulle dosi residue"

vaccinazione anti covid 1' di lettura 20/03/2021 - Attuare subito quanto previsto dall'ordinanza 2/21 del 15 marzo 2021 del commissario straordinario per l'emergenza Covid Francesco Paolo Figliuolo che dispone che "le dosi di vaccino eventualmente residue a fine giornata, qualora non conservabili, siano eccezionalmente somministrate per ottimizzarne l'impiego evitando sprechi in favore di soggetti comunque disponibili al momento secondo l'ordine di priorità individuato dal piano nazionale e dalle successive raccomandazioni".

È quanto hanno chiesto con una lettera inviata alla Regione Umbria, alla presidente Tesei e all'assessore Coletto, i tre segretari dei sindacati dei pensionati dell'Umbria, Maria Rita Paggio (Spi Cgil), Giorgio Menghini (Fnp Cisl) e Francesco Ciurnella (Uilp Uil).

Le tre sigle dei pensionati - che martedì 23 marzo saranno in piazza insieme a Cgil, Cisl e Uil proprio davanti ai palazzi della Regione - chiedono "l'istituzione immediata di un registro regionale sul quale far iscrivere coloro che intendono sottoporsi a vaccinazione anti Covid 19 in luogo dei soggetti che rinunciano o non si presentano agli appuntamenti prefissati, assicurando l'accesso a vaccinazione dietro semplice invito telefonico o per SMS".

Secondo Spi Cgil, Fnp Cisl e Uilp Uil questa "lista di riserva" è fondamentale per non sprecare dosi e garantire trasparenza nelle somministrazioni.
Infine, i tre sindacati dei pensionati chiedono di velocizzare la vaccinazione degli over 80, di avviare al più presto la vaccinazione della fascia 79-65 e la definizione delle liste dei "fragili" per sottoporli alla vaccinazione anti-covid al più presto.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-03-2021 alle 10:20 sul giornale del 22 marzo 2021 - 134 letture

In questo articolo si parla di attualità, sindacati, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bTAI





logoEV
logoEV