E' morto Giorgio Croci, lo strutturista prestato all'arte, autore del progetto per la ricostruzione della Basilica di Assisi

1' di lettura 17/04/2021 - Croci è stato presidente del Comitato scientifico di analisi dei problemi strutturali dell'Iccrom (International Council of Monuments and Sites) di cui è poi stato poi presidente onorario.

E' morto il 16 aprile a Roma all'età di 85 anni, Giorgio Croci, ingegnere strutturista, grande esperto di restauri, autore tra l'altro del progetto per la ricostruzione della Basilica di Assisi e della ricostruzione della stele di Axum.

Il nome di Croci, nato a Roma nel 1936, laureato in Ingegneria civile alla Sapienza nel 1960, resta legato in particolare all'operazione di smontaggio e trasporto della Stele di Axum, 150 tonnellate di pietra basaltica, voluta a Roma da Mussolini dopo la conquista dell'Etiopia e collocata nel 1935 accanto alla sede della Fao: nel 2003 il monumento venne smontato e ricollocato sei anni dopo nell'area sacra di Axum, in base agli accordi internazionali.

Ha curato il progetto per il restauro e la messa in sicurezza della Basilica di Assisi, ma anche lavori per il Pantheon, il Colosseo, per il consolidamento strutturale della Torre di Pisa. Nel 2006 l'allora ministro dei Beni culturali Rocco Buttiglione gli commissionò uno studio di monitoraggio, vera e propria 'mappa del rischio' per il Palatino, l'altro malato gravissimo della zona archeologica di Roma.

Croci è stato membro del comitato per la conservazione dei Templi di Angkor in Cambogia e membro Unesco del comitato per la salvaguardia della Cittadella di Gerusalemme.






Questo è un articolo pubblicato il 17-04-2021 alle 19:35 sul giornale del 20 aprile 2021 - 308 letture

In questo articolo si parla di cronaca, umbria, articolo, Danilo Bazzucchi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bX9q