In aumento i reati ambientali: scarichi clandestini di rifiuti pericolosi in varie parti della città

1' di lettura 29/04/2021 - Un fenomeno in forte aumento negli ultimi tempi. Perfino da fuori città o fuori regione vengono a gettare rifiuti, a volte anche tossici, nei canali, nei fiumi o nei boschi.

L'ultima scoperta di qualche giorno fa, nella zona di Ponte Grande sono stati abbandonati 11 sacchi colmi di residui di cartongesso; qualche mese fa, invece, una ditta marchigiana ha depositato cumuli di guaina catramata sperando di non essere individuata ma così non è stato. Difatti é stata individuata, purtroppo la ditta era fallita, così dopo il danno la beffa: sarà il comune di Assisi, e quindi i cittadini, ha sostenere le spese per bonificare il sito.

Un altro caso é successo nel fiume Tescio, in località Ponte Marchetto, sono stati gettati dei rifiuti contenenti amianto, tutto é pronto per recuperarli e ripulire il fiume, ma il sindaco Proietti vuole dare un taglio a questa tremenda abitudine, e far finire una volta per tutte questi scarichi abusivi. "Saranno rafforzate ulteriormente le attività di controllo, spiega il sindaco, intensificando l’installazione di foto trappole e aumentando la vigilanza della polizia locale e delle guardie ambientali di Ecocave".

"Negli ultimi tempi sono stati troppi gli abbandoni di rifiuti, ha ribadito il primo cittadino, in larga parte provenienti da lavori edili e spesso pericolosi, nel nostro territorio. Chiediamo ai cittadini di collaborare con noi, segnalando e denunciando questi comportamenti incivili che deturpano l’ambiente e sono pericolosi per la salute, il Comune sarà sempre parte civile nel denunciare alla magistratura ogni aspetto di reato".






Questo è un articolo pubblicato il 29-04-2021 alle 01:23 sul giornale del 30 aprile 2021 - 129 letture

In questo articolo si parla di cronaca, umbria, articolo, Danilo Bazzucchi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bZWB