Sanità, Sgalla (Cgil Umbria): "Oltre che medici e infermieri all'Umbria serve un assessore capace"

1' di lettura 02/12/2021 - "Apprendiamo che l'assessore Coletto è alla ricerca di 88 medici e infermieri per l'Umbria, troppo pochi e troppo tardi. La realtà è che prima di tutto a questa Regione servono un assessore e una dirigenza capaci di governare e difendere il nostro sistema sanitario pubblico, che è purtroppo allo sbando".

Ad affermarlo è il segretario generale della Cgil dell'Umbria, Vincenzo Sgalla.

"All'assessore, che ora cerca di mettere delle toppe rivolgendosi al governo nazionale, andrebbe chiesto che fine hanno fatto quelle 1500 nuove assunzioni a tempo indeterminato promesse all'inizio del 2021, anno che volge ormai al termine. Ci dica la Regione con esattezza quante ne sono state fatte. Perché la politica degli annunci e delle promesse a vuoto è una politica malata - conclude Sgalla - e la nostra regione, in questa fase così decisiva per il suo futuro, ha bisogno al contrario di una politica sana e capace".






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-12-2021 alle 11:25 sul giornale del 03 dicembre 2021 - 107 letture

In questo articolo si parla di attualità, umbria, cgil umbria, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cxKm





logoEV
logoEV