Innovazione sociale: approvate le linee guida per la misurazione dell'impatto sociale nell'area dell'assistenza domiciliare e della rigenerazione urbana

anziani 3' di lettura 03/05/2022 - La Regione Umbria continua ad investire sul tema dell'innovazione sociale impostando un metodo di valutazione d'impatto dei progetti e delle azioni di welfare territoriale: la Giunta regionale su proposta dell'assessore alla Salute e alle Politiche sociali, ha approvato le linee guida per la valutazione dell'impatto sociale dell'assistenza domiciliare in Umbria e dei progetti di rigenerazione urbana e territoriale.

L'Assessorato alle Politiche sociali della Regione Umbria - spiega l'assessore - ha avviato la Scuola di innovazione sociale con la collaborazione della Scuola di amministrazione pubblica di Villa Umbra.

In pratica, si tratta di una sorta di laboratorio di crescita culturale e sociale che permetterà di qualificare le competenze del territorio attraverso un modello e strumenti di lavoro che valorizzano il sistema territoriale attraverso l'ascolto di tutti gli attori coinvolti. Dall'altro lato la Regione, alla luce delle informazioni raccolte, potrà proporre una programmazione basata su conoscenze dettagliate che consentiranno un investimento delle risorse pubbliche sempre più mirato e produttivo e realmente utile per la comunità.

Ciò è reso possibile – aggiunge l'assessore - proprio perché attraverso la valutazione d'impatto si conosce in modo chiaro l'effetto che produce sul territorio l'azione che sarà poi oggetto di analisi e quindi, di stimare anche nell'economia sociale quanto gli interventi siano in grado di generare innovazione e cambiamento.

Questo modello di analisi – prosegue - assume importanza soprattutto nell'attuale contesto economico e sociale che vede una progressiva quanto ineluttabile riduzione delle risorse disponibili per le politiche.

L'approccio messo in campo dalla Regione Umbria, è anche il frutto di una riflessione approfondita sul ruolo che l'amministrazione regionale dovrebbe ricoprire per essere abilitatore di competenze ed esperienze sviluppate sul campo dagli attori che operano nei territori della regione.

Di conseguenza le linee guida approvate serviranno ad avviare un processo innovativo strutturale per la misurazione dell'impatto sociale e, attraverso questa scelta, si vuole calibrare l'azione regionale scegliendo di esercitare un ruolo sempre più attivo, progettando un nuovo modo di dialogare con il territorio e gli stakeholder, scendendo in campo in maniera diretta, in qualità di parte proponente la valutazione.

In particolare le linee guida per la valutazione dell'assistenza domiciliare in Umbria sono frutto di un'attività laboratoriale in cui sono state individuate le principali aree di outcome sulle quali il servizio interviene per poi costruire gli strumenti necessari a raccogliere dati, e quindi effettuare la valutazione dell'impatto sociale del servizio nel tempo.

Il laboratorio è stata quindi un'occasione di confronto e di valorizzazione della rete territoriale – delle unità multidisciplinari, degli operatori e delle famiglie - che ha anche permesso di individuare bisogni comuni.

Per sviluppare lo studio - che si è concluso da poco - si è rivelata fondamentale la sinergia tra la Regione Umbria e l'Università degli Studi di Roma Tor Vergata- Spin Off di Ricerca Open Impact.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Facebook e Telegram di Vivere Assisi .
Per Whatsapp aggiungere il numero 376 0316332 alla propria rubrica e inviare un messaggio con scritto "Notizie ON".
Per Facebook Clicca QUI per trovare la pagina.
Per Telegram cerca il canale @vivereassisi o Clicca QUI.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-05-2022 alle 12:53 sul giornale del 04 maggio 2022 - 108 letture

In questo articolo si parla di attualità, gubbio, perugia, foligno, orvieto, città di castello, umbria, assisi, terni, spoleto, regione umbria, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/c5kG





logoEV
logoEV