Sorpreso a rubare in un ristorante, la polizia blocca e arresta un romeno per furto aggravato, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale

2' di lettura 10/05/2022 - Il personale della Polizia di Stato del Commissariato di Assisi, a seguito di chiamata al numero di emergenza, è intervenuto la scorsa notte per un furto consumato all'interno di un'attività commerciale.

La titolare si era allarmata quando, dalla visione delle immagini del sistema di videosorveglianza, aveva notato una persona travisata all'interno del suo ristorante. A quel punto, aveva richiesto l'intervento della Polizia di Stato. Gli agenti, giunti sul posto, in seguito ad una perlustrazione esterna della zona, notavano una finestra aperta con evidenti segni di effrazione e li vicino un bancale di legno utilizzato verosimilmente per facilitare l'accesso. Mentre un operatore veniva fatto entrare dalla proprietaria all'interno del ristorante, l'altro agente, rimasto all'esterno, notava un uomo travisato uscire dal retro dell'abitazione con due buste e una spranga di metallo. Alla vista dell'operatore, l'uomo lasciava cadere gli oggetti che aveva in mano e si dava alla fuga in direzione del bosco in prossimità dell'immobile. L'agente, a quel punto, iniziava a rincorrere l'uomo che, incurante delle intimazioni a fermarsi, continuava a fuggire tra la vegetazione fino a quando, all'improvviso, inciampava.

Raggiunto dal poliziotto, l'uomo, nel tentativo di fuggire, aggrediva con calci e pugni l'agente mentre l'altro operatore, nel frattempo, sopraggiungeva per aiutare il collega. Dopo essere riusciti a contenere l'uomo, i poliziotti lo sottoponevano ad un controllo più approfondito dal quale emergeva che aveva con sé uno zaino con all'interno un vero e proprio kit per lo scasso composto da: cacciaviti, leve in metallo, torce elettriche e due paia di pinze. L'uomo, inoltre, aveva assicurato alla gamba, per mezzo di nastro adesivo, un bastone, verosimilmente da utilizzare come strumento di difesa. Gli agenti, dopo aver ritrovato le buste con la refurtiva, constatavano la presenza di due lunghe canne di bambù con all'estremità due buste, utilizzate dall'uomo per coprire le telecamere del sistema di videosorveglianza che inquadravano il retro dell'abitazione e il percorso utilizzato per darsi alla fuga.

Dopo averlo portato presso gli uffici del Commissariato per le attività di rito e una compiuta identificazione, l'uomo, un cittadino romeno del 1968, incensurato, è stato arrestato per i reati di furto aggravato, resistenza a P.U., lesioni a P.U., possesso di arnesi atti allo scasso e rifiuto di fornire le generalità. Processato per direttissima con rito abbreviato è stato condannato a un anno di reclusione e 400 euro di multa con sospensione condizionale della pena. Gli oggetti di cui è stato trovato in possesso sono stati sequestrati e confiscati mentre la refurtiva, due tablet, un hard disk, delle chiavi del ristorante e dei generi alimentari, sono stati riconsegnati alla proprietaria del ristorante che, passato lo spavento, ha ringraziato gli agenti per il prezioso aiuto.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Facebook e Telegram di Vivere Assisi .
Per Whatsapp aggiungere il numero 376 0316332 alla propria rubrica e inviare un messaggio con scritto "Notizie ON".
Per Facebook Clicca QUI per trovare la pagina.
Per Telegram cerca il canale @vivereassisi o Clicca QUI.





Questo è un articolo pubblicato il 10-05-2022 alle 12:32 sul giornale del 11 maggio 2022 - 120 letture

In questo articolo si parla di cronaca, umbria, articolo, Danilo Bazzucchi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/c6G1





logoEV
logoEV