Lavoratori somministrati del comparto sanitario, sindacati: finalmente riconosciuta indennità aggiuntiva

infermieri 1' di lettura 14/05/2022 - Il 12 maggio 2022, a seguito dell’incontro congiunto fra Assessorato regionale alle politiche per la salute e welfare e i sindacati Cgil Cisl e Uil, è stata deliberata la determina n.4689 che riafferma il principio di parità di trattamento per i lavoratori in somministrazione impegnati nel servizio sanitario pubblico: infermieri, operatori socio-sanitari, assistenti sociali, ecc... in tutto 95 operatori sanitari a livello regionale.

Si conclude positivamente, dunque, una vertenza durata quasi 2 anni dovuta al mancato riconoscimento delle indennità per il personale sanitario in somministrazione, presso le strutture ospedaliere che ospitano i cosiddetti reparti covid.

Questa vertenza si è chiusa positivamente anche e soprattutto grazie alle iniziative ed agli scioperi che sono stati organizzati a livello nazionale e regionale in questo ultimo anno, e i sindacati di categoria Felsa Cisl, Nidil Cgil e Uiltemp hanno in questo modo finalmente ottenuto l’applicazione di quanto contenuto nel Decreto per la parità di trattamento.

L’origine di questa rivendicazione che, seppur retroattivamente, porterà in tasca dei lavoratori somministrati 791,76 €, nasce dal fatto che in quest’ultimo biennio caratterizzato dal contrasto alla pandemia da covid 19, i molti decreti a sostegno del personale sanitario, anche tramite incentivi economici, hanno visto sempre escluse una platea importante di lavoratori e lavoratrici assunti dalle agenzie di lavoro che, in modo identico a fianco del personale assunto direttamente nelle strutture del servizio sanitario regionale, hanno meritevolmente dato il proprio contributo, senza però ricevere alcuna riconoscenza.

Ora vigileremo - affermano Ricciarelli Scarpelli e Giovannini - affinché nei prossimi mesi le rispettive usl e le aziende sanitarie, trasmettano alle agenzie di somministrazione l’autorizzazione al pagamento delle cifre suddette a quanti rientrano nei requisiti.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Facebook e Telegram di Vivere Assisi .
Per Whatsapp aggiungere il numero 376 0316332 alla propria rubrica e inviare un messaggio con scritto "Notizie ON".
Per Facebook Clicca QUI per trovare la pagina.
Per Telegram cerca il canale @vivereassisi o Clicca QUI.

da Felsa Cisl Umbria Rocco Ricciarelli
Nidil Cgil coordinamento regionale Vanda Scarpelli
Uiltemp Umbria Roberta Giovannini





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-05-2022 alle 13:07 sul giornale del 16 maggio 2022 - 109 letture

In questo articolo si parla di lavoro, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/c7tY





logoEV