La campagna della polizia "Vacanze Sicure", per il contrasto di truffe e furti, ha fatto tappa a Passaggio di Bettona

2' di lettura 27/11/2022 - Con l'approssimarsi delle festività natalizie prosegue la campagna di prevenzione della Polizia di Stato "Vacanze Sicure", iniziata lo scorso luglio per sensibilizzare la popolazione e soprattutto le fasce più deboli in merito ai comportamenti da adottare per prevenire i furti in abitazione e le truffe.

Nel corso dell'incontro, che si è tenuto presso la parrocchia Madonna del Monte nella frazione Passaggio del Comune di Bettona, il personale specializzato del Commissariato di Assisi ha fornito alcune informazioni in merito alle tecniche utilizzate da alcuni abili truffatori per raggirare le vittime, prendendo come esempio concreto alcuni fatti realmente accaduti. Infatti, solo conoscendo le modalità di azione di tali persone sarà possibile adottare tutti gli accorgimenti necessari per potersi difendere al meglio. Tra i consigli utili, quello di non fidarsi di chi, con una telefonata, rappresenta il coinvolgimento di parenti o amici in incidenti stradali e conseguenti richieste di denaro a titolo di risarcimento dei danni.

Queste, infatti, sono le tipiche procedure utilizzate da abili soggetti che, approfittando dello stato di confusione e preoccupazione delle vittime designate, riescono a farsi accreditare centinaia di euro nei loro conti. I poliziotti hanno anche invitato i presenti a diffidare da chi, con la scusa di fornire informazioni o di dover controllare i contatori, cerca di entrare nelle abitazioni. In questi casi, qualora si abbiano dei dubbi, bisogna sempre contattare le Forze dell'Ordine ed evitare di far accedere gli sconosciuti dentro casa. Importante poi chiudere bene gli infissi e serrare le porte con più mandate prima di uscire di casa; evitare, inoltre, di lasciare le chiavi sotto lo zerbino o in luoghi esterni all'abitazione.

Numerosi sono stati i cittadini che, incuriositi, hanno preso parte all'iniziativa, chiedendo informazioni e consigli pratici ai poliziotti per difendersi al meglio. Molteplici sono state, inoltre, le testimonianze dirette raccontate dai presenti che hanno apprezzato l'iniziativa della Questura di Perugia, riponendo grande fiducia nell'azione della Polizia di Stato che ogni giorno lavora al servizio della cittadinanza. L'iniziativa, fortemente voluta dal Questore di Perugia Giuseppe Bellassai, proseguirà nelle prossime settimane in tutta la provincia.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Facebook e Telegram di Vivere Assisi .
Per Whatsapp aggiungere il numero 376 0316332 alla propria rubrica e inviare un messaggio con scritto "Notizie ON".
Per Facebook Clicca QUI per trovare la pagina.
Per Telegram cerca il canale @vivereassisi o Clicca QUI.





Questo è un articolo pubblicato il 27-11-2022 alle 17:37 sul giornale del 28 novembre 2022 - 78 letture

In questo articolo si parla di cronaca, umbria, articolo, Danilo Bazzucchi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/dFhV





logoEV
logoEV
qrcode