SEI IN > VIVERE ASSISI > ATTUALITA'
comunicato stampa

Perugia: 30 anni di Eurochocolate, la manifestazione torna in centro. "Sulla bocca di tutti" dal 15 al 24 novembre

6' di lettura
26

Dopo la sospensione del 2020 e i successivi tre anni di programmazione con un format indoor presso Umbria Fiere a Bastia, Eurochocolate torna nel centro storico di Perugia, con l'obiettivo di celebrare al meglio il proprio trentennale nei luoghi dove tutto ebbe inizio con l’edizione “Sulla bocca di tutti”.

L'annuncio di questa importante e attesa notizia è avvenuto nel corso di una conferenza stampa tenutasi presso la sala Gotica della biblioteca degli Arconi di Perugia alla quale, insieme al presidente di Eurochocolate Eugenio Guarducci, hanno partecipato la presidente della regione dell'Umbria Donatella Tesei, il sindaco di Perugia Andrea Romizi, il presidente della Camera di Commercio dell'Umbria Giorgio Mencaroni e l'assessore all'Urbanistica del Comune di Perugia Margherita Scoccia. Presenti anche l’assessore allo sviluppo economico di Perugia Gabriele Giottoli ed il sindaco di Bastia Paola Lungarotti. “Abbiamo raccolto, ha sottolineato Eugenio Guarducci, le sollecitazioni di tanti soggetti che in questi ultimi anni ci hanno chiesto di tornare nel centro di Perugia. Sollecitazioni che in primis sono venute dal pubblico, ma anche dagli operatori e sponsor di Eurochocolate.

Il superamento della difficile crisi post Covid e la recente esperienza di Avellino ci hanno convinto ad accogliere positivamente questi inviti e a tornare tra le mura della nostra splendida città. Lo abbiamo fatto convintamente, insieme alle istituzioni locali, lanciando un’importante sfida: spostare le tradizionali date di programmazione dell'evento da un confortevole ottobre a un sorprendente novembre". Le ragioni di questo nuovo orientamento riguardo le date si basano anche sulla necessità di aver dovuto individuare un periodo più favorevole per i consumi del cioccolato. Infatti, i progressivi cambiamenti climatici, hanno fatto sì che ottobre sia diventato un mese con temperature abbastanza elevate e non adatte per lo svolgimento di un evento a tema cioccolato all'aperto.

"Nuove condizioni meteorologiche, continua Guarducci, che hanno consentito agli operatori della ristorazione ed ai bar della città di prolungare fino a ottobre le loro occupazioni temporanee all'aperto. Francamente non sarebbe stato opportuno, da parte nostra, pensare di tornare in centro e privarli, per almeno due settimane, di questa preziosa opportunità". Ecco allora che il mese di novembre, tradizionalmente segnato dall'inizio della bassa stagione turistica, potrà fare leva su Eurochocolate per invertire le statistiche, non solo nel comprensorio perugino ma in tutta l'Umbria, così come avvenne 30 anni fa per il mese di ottobre quando l’evento consentì di allungare rapidamente la stagione turistica. La presidente Donatella Tesei si è detta sensibile a questi temi, perché per l’Umbria e Perugia in particolare il cioccolato rappresenta un elemento fondamentale.

Il ritorno a Perugia, ha spiegato, è frutto di un’attenta valutazione che ha tenuto conto anche di dinamiche legate al periodo scelto, diverso rispetto al passato proprio per consentire di “riempire” un ulteriore mese dell’anno, tradizionalmente meno frequentato dai turisti. Tesei ha poi definito il cioccolato “un veicolo” straordinario per l’economia regionale, auspicando che il progetto per la realizzazione della città del cioccolato al mercato coperto possa concretizzarsi al più presto. Il sindaco Andrea Romizi ha definito la scelta di tornare nel centro storico di Perugia “molto lungimirante” visto che andrà a legarsi ad altri progetti (es. città del cioccolato) che consentiranno al Capoluogo di fare un salto di qualità associando il suo nome al tema identitario del cioccolato.

“Il nostro obiettivo con questa scelta è di garantire a tutti di poter godere delle bellezze della nostra città per tutto il corso dell’anno sulla scorta di quella che da sempre rappresenta per il territorio un’assoluta eccellenza”. Romizi ha spiegato che l’incontro odierno dà il via ad una nuova partenza; per questo si è scelto di tenere la conferenza stampa in un luogo, la sala Gotica degli Arconi, che è stato al centro di grandi trasformazioni con risultati straordinari. Ora il prossimo passaggio riguarda il mercato coperto struttura che, quando verrà definitivamente riaperta, verrà restituita alla città in tutta la sua bellezza, divenendo un attrattore turistico di interesse nazionale ed internazionale. Sulla scelta di tenere Eurocholate a novembre, il sindaco ha parlato di decisione condivisibile perché consentirà di valorizzare un periodo dell’anno tradizionalmente vuoto proiettando la città verso il Natale.

"Faremo tesoro, ha aggiunto Flavia Ruffinelli, executive manager di Eurochocolate, delle positive esperienze maturate in questi anni a Umbria Fiere e, in particolare, non rinunceremo a consolidare e far crescere quei contenitori che hanno continuato a garantire il successo di Eurochocolate. Uno su tutti Eurochocolate World che ha dato al nostro evento anche una notevole visibilità a livello internazionale". Gli organizzatori hanno quindi ringraziato il Comune di Bastia Umbra, in primis il sindaco Paola Lungarotti, che negli ultimi tre anni ha garantito un importante supporto a Eurochocolate e hanno assicurato fin da subito la massima collaborazione nel trovare anche in futuro forme di reciproca collaborazione.

A margine della conferenza stampa, l'assessore all’urbanistica Margherita Scoccia ha dato notizia della recentissima approvazione, da parte della commissione di valutazione del Comune di Perugia, del progetto esecutivo della Città del Cioccolato presentato da Destinazione Cioccolato Srl S.B. Un passo significativo verso l'imminente firma della convenzione trentennale che darà la possibilità di procedere all'apertura del cantiere del Mercato Coperto. Localizzare un punto di riferimento fisico nel centro storico, ha commentato, che lega il tema del cioccolato alla nostra città è fondamentale, soprattutto in una parte di Perugia che negli ultimi anni ha subito profondi interventi di valorizzazione, divenendo zona frequentata e vissuta soprattutto dai giovani. L’approvazione del progetto Città del cioccolato vuole dire che si tratta di un’iniziativa che si può fare, ben integrandosi con il territorio circostante e valorizzando il contesto sia dal punto di vista del contenitore che del contenuto.

“Ragionare dopo 30 anni di eventi di un’edizione così importante, ha continuato l’assessore parlando di Eurochocolate, è motivo di soddisfazione. Stiamo parlando, infatti, di un’identità e di un percorso culturale che appartengono alla nostra città”. Il Presidente del Cda di Destinazione Cioccolato Srl S.B. Vasco Gargaglia ha quindi presentato un breve video con le immagini del drone che ha sorvolato gli spazi esterni e interni del Mercato Coperto. A chiusura del video il fermo immagine sul marchio, fino ad oggi inedito, della Città del Cioccolato. Gargaglia in conclusione ha annunciato che, salvo imprevisti, l’obiettivo è di inaugurare la città del cioccolato in linea con il trentennale di Eurochocolate.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Facebook e Telegram di Vivere Assisi .
Per Whatsapp iscriversi al canale https://vivere.me/waVivereAssisi oppure aggiungere il numero 376 0316332 alla propria rubrica e inviare un messaggio con scritto "Notizie ON".
Per Facebook Clicca QUI per trovare la pagina.
Per Telegram cerca il canale @vivereassisi o Clicca QUI.




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-03-2024 alle 17:07 sul giornale del 02 marzo 2024 - 26 letture






qrcode