SEI IN > VIVERE ASSISI > SPORT
comunicato stampa

Ciclismo: Giro d'Italia 2024, presentate le tappe umbre della 107^ edizione

19' di lettura
128

Sono state presentate nella mattina di mercoledì 3 aprile nel corso di una conferenza stampa tenutasi presso il Salone d’Onore della Regione dell’Umbria le tappe umbre del 107° Giro d’Italia.

L’evento ciclistico nazionale, in partenza il 4 maggio prossimo da Venaria Reale (To), arriverà in Umbria per la 7° e 8° tappa, rispettivamente il 10 maggio con la cronometro Foligno-Perugia e l’11 maggio per la tappa in partenza da Spoleto e arrivo a Prati di Tivo (Te).

All’incontro con la stampa hanno partecipato la presidente della Regione Umbria, Donatella Tesei, l’assessore regionale allo Sport Paola Agabiti, i sindaci e assessori delle tre città di tappa, rispettivamente Andrea Romizi e Clara Pastorelli per Perugia, Stefano Zuccarini e Decio Barili per Foligno, Andrea Sisti e Giovanni Angelini Paroli per Spoleto. Presenti anche il Prefetto di Perugia Armando Gradone, Domenico Metelli, presidente dell’Ente autonomo Giostra delle Quintana, Roberto Settimi, presidente del comitato di tappa di Spoleto, Cristina Colaiacovo, presidente della fondazione Perugia, Monica Sassi, presidente della fondazione Cassa di Risparmio di Foligno, l’assessore alla sicurezza del Comune di Perugia Luca Merli, l’assessore allo Sport del Comune di Bastia Umbra Filiberto Franchi, l’assessore allo Sport del Comune di Assisi Veronica Cavallucci, Erika Borghesi consigliera delegata della Provincia di Perugia, il dirigente dell’U.O. impianti sportivi del Comune di Perugia e presidente del comitato di tappa di Perugia Paolo Felici, l’Amministratore unico di Sviluppumbria Michela Sciurpa, il direttore generale della fondazione Perugia Fabrizio Stazi. I comandanti della Polizia Locale dei comuni interessati dalle due giornate di gara, Nicoletta Caponi (Perugia), Simonetta Daidone (Foligno), Carla Menghella (Bastia), Alessandra Pirro (Spoleto) ed Antonio Gentili (Assisi) hanno fornito tutte le informazioni disponibili al momento relative alla viabilità e alla sicurezza stradale che verranno comunicate nel dettaglio in futuro a seguito dell’emissione delle relative ordinanze.

A moderare l’incontro è stata la responsabile dell’ufficio comunicazione del Comune di Perugia Simona Cortona.

***

I NUMERI DEL GIRO D’ITALIA

Aprendo l’incontro Simona Cortona ha ricordato che, nato nel 1909 con La Gazzetta dello Sport e oggi organizzato da RCS Sport con la collaborazione di Enel, main sponsor dell’evento e della maglia rosa, il Giro è la corsa ciclistica che unisce l’Italia. Rappresenta una delle tre corse di ciclismo a tappe su strada più importanti al mondo e uno degli eventi sportivi più seguiti a livello internazionale. Patrimonio italiano unico e imperdibile, ha avuto il merito di unificare il Paese e intessere il territorio con i propri valori: passione, sacrificio, rispetto, storia e tradizione, modernità e innovazione, divertimento e responsabilità sociale.

2 miliardi di ricavi per i territori è l’impatto economico che il Giro d’Italia produce; di questi 575 milioni sono le spese dei turisti sportivi che dopo aver assistito al giro tornano nei luoghi toccati dalla gara ciclistica; il 61% di chi ha assistito dal vivo a una tappa, infatti, manifesta l’intenzione di tornare nei territori perché affascinato dai paesaggi naturalistici e ricchi di storia.

15 milioni di euro è, invece, il valore generato come eredità sul territorio dagli investimenti per la realizzazione o il ripristino di infrastrutture.

Dal 2022 la produzione televisiva dell’evento è targata RCS e EMG Group, per vivere tutte le emozioni del Giro d’Italia in diretta integrale e con un’esperienza fortemente immersiva, con un racconto che permette, attimo dopo attimo, di valorizzare al massimo il nostro Paese.

Seguito attraverso la tv in 190 Paesi, il Giro d’Italia ha raggiunto una copertura digitale e un seguito live sulle sue strade senza paragoni. In particolare, la copertura tv dell’evento in tutto il mondo è di 23.285 ore di trasmissione, 694 milioni è l’audience complessiva globale in 5 continenti, 15 network tv e 115 ore di diretta durante la gara. La live audience è di 10.4 milioni di spettatori coinvolti con 1,3 milioni di spettatori sotto i 14 anni. Sui Social media i numeri parlano di 4.7 milioni nelle social community e 211 milioni le pagine viste sul sito.

Nell’edizione 2024 sono in tutto 40 le città che ospiteranno le 21 tappe della corsa, che percorrerà l’Italia da nord a sud, dal Piemonte a Roma, dove la corsa rosa si concluderà il 26 maggio. 22 le squadre partecipanti con 176 corridori in gara.

***

PERCORSO

CRONOMETRO FOLIGNO – PERUGIA (10 MAGGIO):

FOLIGNO: via Fratelli Bandiera – Ponte Fiume Topino – viale 16 Giugno (contromano) (contromano) – viale Firenze – rotatoria con via Fiamenga – viale Firenze

SPELLO: via Pasciana rotatoria – via Pasciana – sp.410/3 sottopasso svincolo Spello ss.75 – sp.410/3 Traversa via Mausoleo – Spello (via Mausoleo) ; via Mausoleo – via Giuseppe Di Vittorio – rotatoria – via dell’Industria – sp.410/2 rampa per svincolo Cannara ss.75 – sp.410/2 sovrappasso ss.75 – Capitan Loreto : via delle Regioni

ASSISI: via Romana – via del Sacro Tugurio – Rivotorto: serie di rotatorie – via del Sacro Tugurio – Loc. Santa Maria Maddalena – viale Gabriele D’Annunzio – Santa Maria degli Angeli: via Giosuè Carducci – sp.147 dir via Patrono d’Italia – sottopasso ferrovia – via della Repubblica – via Giovanni Becchetti (contromano) – via Los Angeles

BASTIA: via Roma – rotatoria – via Roma – Bastia Umbra: rotatoria – via della Rocca – via Torgianese – Ponte Fiume Chiascio – via Santa Lucia – sottopasso ss.75 – via Santa Lucia – via Madonna di Campagna – sp.247/6 via Hanoi – Ospedalicchio: via San Padre Pio

Entra nel Comune di Perugia da Strada Ospedalone San Francesco – Via della Valtiera

TORGIANO: via della Valtiera

PERUGIA: Via della Valtiera – Sottopasso ss75 via della Valtiera – Ponte vecchio (Ponte San Giovanni) Sottopasso ferrovia Strada Tiberina Nord – Sottopasso ferrovia Strada Perugia – Ponte Valleceppi – Via dei Narcisi/Casaglia – Strada Perugia – Ponte Valleceppi (cimitero) – Via Enrico dal Pozzo- Via Enrico dal Pozzo (contromano)- Via XIV Settembre (contromano) – Corso Cavour (pedonale) – viale indipendenza – Piazza Italia (contromano) – Corso Vannucci – Arrivo in Piazza IV Novembre

PERCORSO TAPPA SPOLETO – PRATI DI TIVO (11 MAGGIO)

SPOLETO: dalla caserma Garibaldi – via Cerquiglia – piazza della Vittoria, -start village Piazza Garibaldi – via Anfiteatro – via Cecili – via Pieleone – via Vaita S Andrea – l.go Gigli – via Filitteria – via Tobagi – C.so Mazzini – p.zza della Libertà – viale Matteotti – svincolo sud SS3 Flaminia – svincolo nord SS3 Flaminia- SP 395 Valnerina – Forca di Cerro.

***

DICHIARAZIONI

Per l’assessore al Turismo e allo Sport della Regione Umbria, Paola Agabiti si tratta di “Un momento alto di sport, ma anche un racconto del nostro territorio, delle nostre città e dei nostri borghi che attendono, con una comunità in festa, il Giro d’Italia. L’Umbria sta vivendo una stagione decisamente positiva sul versante del turismo -ha precisato- con un + 26,7 per cento di presenze a febbraio 2024, rispetto allo stesso periodo del 2019. Il Giro, oltre a rappresentare un momento di straordinario rilievo per lo sport, di sana passione e competizione sportiva, porterà nel mondo non solo le immagini delle nostre città attraversate dai ciclisti, ma di tutta l’Umbria. Una terra la nostra, che con la sua offerta turistica tra arte, cultura, storia e bellezze ambientali, attrae un numero sempre più crescente di visitatori che scelgono i nostri territori anche per praticare sport all’aria aperta e a contatto con la natura. Proprio per valorizzare le vocazioni di tutti i territori, -ha concluso- stiamo lavorando a un disegno di legge in materia di turismo con alla base una strategia sempre più orientata all’accoglienza, alla sostenibilità e all’accessibilità. Siamo certi che i percorsi naturalistici, le ciclovie, i cammini e tutte le attività sportive outdoor, potranno ravvivare e contribuire a creare ricchezza anche in quelle località più interne del nostro territorio, da sempre custodi bellezze uniche”.

L’assessore allo Sport del Comune di Perugia Clara Pastorelli ha ringraziato in maniera particolare, in avvio di intervento, Domenico Metelli per il contributo decisivo ai fini del risultato, ossia portare a Foligno e Perugia la cronometro, dando così seguito all’evento del 2021. Un grazie è stato rivolto dall’assessore anche alla Regione per aver colto le sollecitazioni del Comune di Perugia sull’importanza di ospitare sul territorio i grandi eventi, dal ciclismo alla pallavolo, frutto, come in questo caso, della stretta collaborazione tra diversi comuni. “La tappa del giro 2024 sarà una festa con tanti eventi riservati alle famiglie con l’obiettivo di dare lustro a tutti i quartieri della città. Credo che l’arrivo nel nostro meraviglioso Centro Storico rappresenterà un momento di gioia, un regalo che vogliamo fare ai cittadini ed al mondo del ciclismo. L’invito che rivolgo ai perugini e non, quindi, è di godere di questa festa che, peraltro, avrà ricadute economiche fondamentali per il nostro territorio”.

“Siamo riusciti a riportare il Giro d’Italia a Foligno dopo soli tre anni dal 17 maggio 2021 -ha detto il sindaco di Foligno Stefano Zuccarini– un percorso di circa 42 km che vedrà nuovamente legate insieme, dalla carovana rosa, la nostra città e Perugia, che torneranno così ad essere protagoniste a livello internazionale nel palcoscenico della regione Umbria, consolidando un legame che ha portato a strategiche collaborazioni e reciproche soddisfazioni. La Cronometro Foligno – Perugia del prossimo 10 maggio, settima tappa del 107° Giro d’Italia, è un altro grande impegno mantenuto, che rappresenta un’occasione storica con ricadute fondamentali per la promozione territoriale, il turismo, lo sport, il settore economico e l’intero indotto. Siamo già al lavoro per coinvolgere al meglio tutta la città e le sue molteplici realtà in questo grandioso evento, con un ricco programma di eventi collaterali, affinché diventi occasione di festa per tutti. -ha aggiunto- La complessa macchina che stiamo mettendo in campo è già ampiamente collaudata ed ha dimostrato di poter funzionare alla perfezione: ricordo inoltre che Foligno è stata l’unica città umbra ad essere sede di tappa della ‘Tirreno – Adriatico’ l’8 marzo dello scorso anno ed il 13 maggio – sempre dello scorso anno – ha allestito, difronte alla ‘Caserma Gonzaga’, il ‘traguardo volante’ della Tappa del Giro d’Italia Terni – Fossombrone, che ha attraversato i viali principali della città. Il progetto di ‘Foligno Capitale della Bicicletta’ che era uno dei punti qualificanti del nostro programma elettorale -ha, quindi, concluso Zuccarini- è stato pienamente rispettato, e a questo voglio anche aggiungere gli investimenti senza precedenti sulla rete delle piste ciclabili e gli interventi per due milioni e mezzo di euro sul nostro Velodromo comunale grazie ai fondi che abbiamo ottenuto dal Pnrr. Un ringraziamento particolare all’assessore Decio Barili e ai suoi Uffici, alla Comandante della Polizia Municipale Simonetta Daidone, alla Regione Umbria, al Comune di Perugia, alla Rcs e all’amico Domenico Metelli per la preziosa collaborazione nel realizzare quello che sarà certamente un altro memorabile evento, per Foligno, per Perugia e per l’Umbria intera”.

Per l’assessore allo sport del Comune di Foligno Decio Barili la cronometro rappresenta un sogno che si realizza dopo essere stato coltivato per anni e che oggi viene ufficialmente celebrato. Sarà un onore – ha continuato – per Foligno ospitare la partenza, visto che la città ha da sempre una vocazione particolare per la bicicletta. “Siamo pronti ed abbiamo già lanciato un avviso pubblico rivolto alle associazioni affinché si possano organizzare tanti eventi collaterali “aspettando il giro”. Barili ha concluso segnalando che la partenza avrà un fascino tutto particolare nell’ottica dell’innovazione visto che, come chiesto dall’organizzazione, avverrà dal “Plateatico” di Foligno pronto a diventare per alcuni giorni la sede del ciclismo.

Domenico Metelli, presidente dell’ente autonomo Giostra della Quintana, ha rimarcato che ospitare il giro d’Italia ed, in particolare, una tappa così importante e particolare come la cronometro determinerà dei disagi ma soprattutto ricadute enormi per tutto il territorio regionale. Molti di questi effetti non potranno essere compresi appieno durante la manifestazione, ma solo dopo un po’ di tempo. In ogni caso si tratterà di un evento in grado di dare lustro alle città coinvolte ed all’intera regione promuovendo il territorio a livello nazionale ed internazionale vista la copertura mediatica, senza precedenti, che avrà.

“La città si sta preparando con grande entusiasmo all’arrivo della carovana rosa. Ospitare la partenza dell’ottava tappa del Giro d’Italia significa poter festeggiare a Spoleto uno degli appuntamenti sportivi maggiormente identitari per il nostro Paese –ha dichiarato il sindaco di Spoleto Andrea Sisti– Il percorso all’interno del nostro centro storico, la possibilità di fare attraversare alle squadre alcuni dei luoghi più iconici della città, sarà sicuramente un valore aggiunto in grado di restituire la bellezza autentica della nostra Umbria. All’11 maggio arriveremo con un programma di iniziative che ci accompagnerà nell’ultimo periodo che precede la tappa. Sarà -ha concluso- una festa per gli spoletini, gli appassionati di ciclismo ed i turisti che vorranno visitare la città in concomitanza con la partenza da Spoleto del Giro d’Italia”.

L’assessore al turismo del Comune di Spoleto Giovanni Angelini Paroli ha voluto evidenziare che l’operazione “Giro” in Umbria avrà una peculiarità importante ossia quella di dimostrare che la Regione ed i Comuni possono lavorare insieme, uniti, per ottenere grandi risultati. Un sistema che potrà essere coniugato anche in futuro per altre iniziative.

Il Giro d’Italia – ha concluso – è un evento di livello mondiale che unisce tutta Italia; in questo caso ha avuto il merito di unire i territori di Perugia, Foligno, Spoleto, la Valnerina e tanti altri portando benefici ad ognuno di essi.

Roberto Settimi, presidente del comitato di tappa di Spoleto, ha riferito che il comitato ha lavorato a stretto contatto con l’Amministrazione per far sì che l’evento possa essere ancora più ricco. Si tratta infatti di un’occasione unica per godere di una manifestazione amatissima e per vedere all’opera i più grandi campioni di questa disciplina.

“Quando ci è stato richiesto un sostegno economico e logistico alla tappa -ha aggiunto la presidente della Fondazione Perugia, Cristina Colaiacovo– non abbiamo esitato a rispondere affermativamente, ben consci dell’enorme impatto dell’evento su tutto il nostro territorio, in termini di immagine, turismo, indotto e divulgazione di valori positivi. Per omaggiare il Giro e salutare virtualmente i campioni, inoltre, abbiamo voluto dedicare un’intera sezione della nuova mostra “Rigenera/Renew – Non sono/solo un rifiuto”, allestita a Palazzo Lippi insieme al Gruppo Hera, proprio al mondo dello sport, con la statua di un ciclista a dare il benvenuto ai visitatori.”

“Non potevamo mancare ad un evento così importante – ha affermato la presidente della fondazione Cassa di risparmio di Foligno Monica Sassi – per le città coinvolte e la regione tutta”. Per ciò che concerne Foligno, in particolare, essendo la città della Quintana sede della partenza di tappa, ciò consentirà di farla conoscere ancor meglio al grande pubblico. Per questo la fondazione ha accolto fin da subito l’invito a fare la propria parte nel progetto, ponendosi a fianco dei territori e dei Comuni.

Aprendo il suo intervento il sindaco di Perugia Andrea Romizi ha voluto trasmettere ai presenti le sensazioni legate alla tappa dell’edizione 2021 del Giro d’Italia che partì proprio da Perugia. Un’edizione particolare, ancora caratterizzata dagli effetti del covid, ma che assunse anche un forte valore di “ripartenza” dopo un lungo periodo di restrizioni legato alla pandemia.

“Quella fu per noi una grande edizione del Giro, perché far parte della carovana rosa, da sempre tanto amata dagli sportivi, fu un onore ed un privilegio ed un modo per ricominciare a vivere appieno”. In quelle giornate magiche, ha riconosciuto Romizi, si fantasticò insieme a Foligno circa la possibilità futura di organizzare la cronometro; oggi quel sogno è diventato realtà e ciò rappresenta una straordinaria opportunità di promuovere il territorio in linea con una strategia regionale avviata con successo da tempo. Il sindaco ha quindi voluto ringraziare le strutture tecniche dei Comuni per l’attento lavoro che svolgono dietro le quinte per rendere possibile l’evento, confermando che gli enti coinvolti sono all’altezza dell’appuntamento.

Infine ha ringraziato le due fondazioni, in particolare, quella di Perugia per essersi sempre dimostrate attente alle esigenze dei territori e pronte alla collaborazione.

“L’Umbria è pronta ad accogliere il Giro d’Italia, una delle manifestazioni sportive di maggior prestigio del nostro Paese. -ha detto la presidente della Regione dell’Umbria Donatella Tesei- Sono ben due le tappe che attraverseranno i suggestivi paesaggi della nostra regione, evocando emozioni e spettacolo sia negli amanti del ciclismo, sia in quanti apprezzano la cultura, la natura e le bellezze offerte dal nostro territorio. Come già accaduto in passato -ha aggiunto- l’Umbria saprà accogliere al meglio i corridori, provenienti da ogni parte del mondo, gli accompagnatori e gli appassionati, condividendo con loro un evento che lascia il segno nel cuore di tutti. Siamo quindi orgogliosi di ospitare questa manifestazione che oltre a veicolare i più alti valori dello sport, rappresenta un’opportunità straordinaria per promuovere la nostra regione a livello internazionale -ha concluso- continuando in quella politica di promozione che abbiamo messo in campo sin dall’inizio del nostro mandato e che ha portato, e sta portando, i propri frutti.

Il dirigente dell’U.O. Impianti sportivi del Comune di Perugia e presidente del comitato di tappa Paolo Felici ha riferito, tra gli altri aspetti tecnici, che il “quartiere” di tappa a Perugia sarà ubicato nell’area che insiste intorno al palazzetto dello sport di viale Pellini, nelle cui vicinanze, peraltro, insistono diversi parcheggi. A questo proposito sono già state avviate da tempo interlocuzioni con tutti gli stakeholders che saranno coinvolti nel progetto (es. Busitalia, Sipa/Saba e Gesenu) al fine di collaborare per gli allestimenti, la logistica e l’organizzazione.

***

EVENTI COLLATERALI

In tutte le città di tappa il Giro sarà preceduto da un calendario di eventi di avvicinamenti, che avranno il ciclismo e la bicicletta come protagonisti.

Nei giorni antecedenti alla tappa del 10 maggio a Perugia, gli alunni delle scuole potranno assistere alla proiezione del film candidato agli Oscar nel 2019 come miglior film straniero e miglior documentario “Wonderful Losers” del Regista lituano Arunas Matelis. Patrocinato dalla Federciclismo e dal Coni, il film è un’opera emozionante e appassionante, da cui parte un messaggio positivo per il mondo del ciclismo professionista. Sempre in collaborazione con Federciclismo, sarà allestito in centro un percorso apposito per i più piccoli.

Il 5 maggio, inoltre, grazie alla collaborazione con FIAB, si terrà in Corso Cavour e Borgo XX Giugno l’appuntamento con Bimbinbici, promosso da FIAB Perugia Pedala APS, Associazione BorgoBello, Circolo Legambiente Perugia e Valli del Tevere, Piedibus del Benessere Perugia, al fine di favorire l’uso della bici tra bambini e ragazzi. Sempre in collaborazione con FIAB, sarà allestito lo spettacolo teatrale “Alfonsina, una vita sui pedali” dedicato ad Alfonsina Strada che, prima e finora unica donna, partecipò al Giro d’Italia nel 1924 e verrà presentato il libro “La mappa del Pirata. Guida sentimentale ai luoghi di Pantani” di Giacomo Pellizzari (2024, Cairo Editore).

Infine, il 9 maggio alle ore 16:00 alla Sala dei Notari è previsto il convegno nazionale “Il futuro del ciclismo passa per la sicurezza”. Una riflessione sullo stato di salute del movimento ciclistico italiano e sulla sicurezza stradale per ciclisti e pedoni, un momento di confronto tra rappresentanti del Governo, il C.O.N.I., la Federciclismo, l’ACI, la Fiab, l’Asaps e la Fondazione Scarponi, portando anche a esempio esperienze positive come il circuito ciclistico del Parco Etneo.

Anche Foligno è pronta per accogliere il Giro d’Italia con tanti appuntamenti, a partire dal prossimo 21 aprile fino al 10 maggio, grazie alla collaborazione con le tante associazioni cittadine che hanno risposto all’avviso pubblico del Comune.

Infine, anche il Comune di Spoleto ha organizzato a partire dal 4 maggio prossimo, una serie di appuntamenti in concomitanza con l’VIII tappa del Giro d’Italia. Saranno in programma attività ludiche per bambini, mostre, convegni, appuntamenti musicali, culturali e sportivi, degustazioni, visite guidate e attività in collaborazione con le scuole del territorio. Il programma completo degli eventi verrà presentato nella seconda metà del mese di aprile in occasione di una conferenza stampa dedicata.

***

VIABILITÀ

In tutte le città interessate dal Giro d’Italia sono previste chiusure e modifiche al traffico e alla sosta. In particolare, nei comuni interessati dalla Cronometro si prevede la chiusura dalle 8 circa del mattino fino alle 18 per permettere lo svolgimento della gara ma anche le prove dei corridori sul percorso. Per facilitare la viabilità e l’utilizzo di percorsi così come di aree di sosta alternativi, potrà essere disposta la chiusura delle scuole, dell’Università e degli uffici pubblici nelle aree interessate dal Giro. In un secondo momento saranno emanate tutte le ordinanze necessarie di cui sarà data dettagliata informazione alla cittadinanza.

Relativamente al Comune di Perugia tutte le informazioni sulla viabilità in occasione del Giro d’Italia potranno essere reperite sul sito http://www.giroditaliaperugia.it oppure tramite il COC che sarà attivato a ridosso dell’evento con un numero di telefono dedicato.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Facebook e Telegram di Vivere Assisi .
Per Whatsapp iscriversi al canale https://vivere.me/waVivereAssisi oppure aggiungere il numero 376 0316332 alla propria rubrica e inviare un messaggio con scritto "Notizie ON".
Per Facebook Clicca QUI per trovare la pagina.
Per Telegram cerca il canale @vivereassisi o Clicca QUI.


Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-04-2024 alle 10:58 sul giornale del 05 aprile 2024 - 128 letture






qrcode